Preso un cinquantenne fiorentino vicino della donna

·2 minuto per la lettura
Khrystyna Novak
Khrystyna Novak

Importante svolta nel caso di Khrystyna Novak, 29enne ucraina scomparsa il 31 ottobre scorso a Castelfranco di Sotto, in provincia di Pisa. La polizia ha arrestato un 50enne fiorentino, presunto assassino della donna. Si tratta del suo vicino di casa, che aveva avuto problemi economici con il fidanzato della ragazza.

Arrestato presunto assassino

Il 50enne fiorentino arrestato dalla polizia sarebbe il vicino di casa di Khrystyna Novak, donna scomparsa lo scorso ottobre. L’uomo aveva avuto dei problemi economici con il fidanzato della donna, Airam Gonzalez, di 41 anni, che era stato a sua volta arrestato per detenzione di armi e droga, poche ore prima della sparizione della ragazza. Khrystyna era scomparsa da Corte Nardi, a Orentano. L’allontanamento volontario era stato escluso da subito dagli investigatori in quanto la donna non aveva un’auto e nella villetta in cui abitava erano stati trovati tutti i suoi effetti personali, escluso il cellulare, che è sempre risultato irraggiungibile. La polizia, dopo cinque mesi di indagini, sembra aver scoperto chi è il presunto colpevole, dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dell’uomo. Il movente del delitto non è ancora chiaro.

Il compagno della donna, Airam Gonzalez, al momento si trova in carcere. Nella sua casa gli agenti avevano trovato armi, denaro in contanti e nel sottotetto dell’abitazione una serra per la coltivazione di marijuana con 4 chili e mezzo di droga. Il giorno dell’arresto, Khrystyna Novak era stata portata in questura insieme al fidanzato, ma poi era stata rilasciata. Quella è stata l’ultima volta che è stata vista. “L’ho vista l’ultima volta alle 22,15, era insieme al figlio di lui” ha testimoniato un vicino di casa. “Mia figlia era innamorata di quell’uomo, volevano andare a vivere in Ucraina dopo il matrimonio” aveva raccontato Rada Garmash, mamma di Khrystyna.