Pressioni e tentativi di corruzione al vice minsitro della Salute

minacce sileri scorta

Il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri sarebbe stato messo sotto scorta in seguito ad alcune minacce ricevute. Il braccio destro di Roberto Speranza, infatti, avrebbe subito pressioni e tentativi di corruzione per la destinazione dei fondi finalizzati all’emergenza coronavirus in Italia.

Sileri sotto scorta per minacce

A quanto si apprende, il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri sarebbe stato messo sotto scorta in seguito a recidive minacce. Il viceministro esponente del Movimento 5 Stelle avrebbe ricevuto minacce in seguito a tentativi di corruzione per la destinazione dei fondi pubblici destinati all’emergenza coronavirus. La procura di Roma ancora non ha aperto un’inchiesta e al momento il ministro rimarrà sotto scorta fino a tempo indeterminato.

Il commento di Luigi Di Maio

Massima vicinanza al vice ministro Pierpaolo Sileri per le minacce ricevute. Pierpaolo oltre a essere un grande professionista è anche una persona corretta, genuina, con la schiena dritta. Avanti così, siamo tutti con te, hai il nostro sostegno. Non ci facciamo intimidire da nessuno“, il commento in un tweet del ministro degli Esteri Luigi Di Maio.