Prestigiacomo (Fi): Draghi dia risposta chiara su Ponte Stretto

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 14 apr. (askanews) - "Chiediamo al governo Draghi di dire con chiarezza cosa intenda fare sul Ponte di Messina. Non è più possibile non dare una risposta". Lo ha detto Stefania Prestigiacomo, deputata siciliana di Forza Italia, nel corso di una conferenza stampa alla Camera.

"Il Ponte sullo Stretto non è un sogno nel cassetto per 5 milioni di siciliani, ma rappresenta un'infrastruttura cantierabile sulla quale un panel di 80 esperti internazionali in costruzioni si è pronunciato difendendolo e considerandolo un progetto avanguardistico", ha sottolineato Prestigiacomo.

"Dopo un buco nero di 10 anni, finalmente si è tornato a parlare di necessità di collegamento stabile tra Sicilia e Calabria perché si è compreso che il destino del Paese e il destino del Mezzogiorno è legato alla realizzazione di questa infrastruttura", ha proseguito.

"Il Ponte sullo Stretto rappresenta anche una questione di diritto alla mobilità: per percorrere 800 km da Milano a Salerno ci vogliono 5-6 ore, per percorrere gli stessi 800 km da Siracusa a Roma occorrono invece 12 ore. Questo significa che ci sono due Italia e ci sono diritti negati per una parte consistente della popolazione", ha detto ancora Prestigiacomo.

"Si parla di rilanciare il Mezzogiorno attraverso il turismo, la cultura e la valorizzazione del suo straordinario patrimonio naturalistico e monumentale, ma il sistema dei trasporti è fondamentale perché questo accada e quindi non è pensabile ipotizzare ancora un collegamento tra la Sicilia e la Calabria novecentesco attraverso il 'ferry boat', questo è inaccettabile", ha aggiunto.