Prestipino nuovo procuratore capo di Roma, una vita in prima linea -2-

Nav

Roma, 4 mar. (askanews) - L'anagrafe indica che ha sessantadue anni, ed è nato nella capitale il 27 settembre 1957. In magistratura dal 1984, ha svolto il suo primo incarico nella Pretura di Avezzano dove è rimasto fino al 1992 passando all'Aquila come magistrato di sorveglianza. Poi l'arrivo a Palermo nel 1996, dopo le stragi. Nel capoluogo siciliano è nato il sodalizio, il binomio, con Giuseppe Pignatone. Loro sono arrivati alla cattura di Bernando Provenzano, alla fine di una latitanza durata più di 40 anni. Dopo altre medaglie in Sicilia l'arrivo in Calabria, a Reggio, con Pignatone. Da novembre del 2008 Prestipino - si aggiunge - è procuratore aggiunto a Reggio Calabria dove indaga sulla struttura della 'ndrangheta calabrese e sulle sue ramificazioni economiche nel Nord Italia. Sono inchieste che riportano la 'Ndrangheta sui giornali e che fa nascere i comitati cittadini in favore di quei magistrati schivi, siciliani e quasi riottosi con la stampa.

(Segue)