I prestiti alle aziende sono in forte ritardo

Più della metà delle aziende che hanno fatto richiesta per i prestiti bancari previsti dai decreti “Cura Italia” e “Liquidità” stanno ancora aspettando i finanziamenti.

Lo rileva la terza indagine di monitoraggio “Il ruolo delle banche nelle misure a sostegno di imprese e lavoratori”, svolta dalla Fondazione Studi Consulenti del Lavoro tra il 12 e 17 giugno 2020 sugli iscritti all’Ordine.

La Banca d’Italia ha sollecitato gli istituti a risolvere i rallentamenti nell’erogazione dei prestiti, ma dopo settimane la percentuale di domande effettivamente evase rimane bassa sia in relazione alla zona geografica che alla tipologia di finanziamento richiesto.

Ecco quali sono le cause dei ritardi