Presto carta identità elettronica per 3 milioni di italiani all'estero

Orm

Roma, 20 set. (askanews) - Tre milioni di cittadini italiani residenti all'estero potranno presto usufruire della nuova Carta di Identità Elettronica (CIE). Una svolta per gli italiani all'estero, al centro della presentazione oggi della fase sperimentale di emissione tenuta oggi a Vienna, nei locali dell'ambasciata d'Italia.

La sperimentazione, avviata in tre Sedi pilota (Atene, Nizza e Vienna) per poi essere estesa progressivamente ad altre sedi consolari europee, consentirà ai connazionali iscritti all'AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero) nelle circoscrizioni consolari delle tre sedi di fare richiesta di appuntamento per la successiva emissione della CIE.

"Abbiamo toccato i 6 milioni di italiani all'estero: un'Italia fuori dall'Italia a cui dobbiamo dare servizi efficienti, puntando sulla digitalizzazione e innovazione tecnologica", ha sottolineato il Direttore Generale per gli Italiani all'Estero Luigi Maria Vignali, che ha coordinato la presentazione alla stampa, a cui ha partecipato l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e ha consentito di approfondire le caratteristiche tecniche della CIE, i vantaggi per i nostri connazionali nonché le modalità di richiesta da parte dei connazionali.(Segue)