Presunto stupro al Grande Fratello spagnolo: gli sponsor scappano

Carlota Prado (Facebook)

Una quarantina di grossi sponsor, l’ultimo è Ferrero Rocher, hanno deciso di ritirare il loro marchio dal Grande Fratello spagnolo per via di un “presunto stupro” ancora in attesa di giudizio avvenuto due anni fa.

Dopo un appello al boicottaggio della trasmissione più redditizia di Telecinco, come riporta il Corriere della Sera, anche Telefónica, Balay, Lotus, Costa Crociere, Nestlé, Media Markt, Pepsi, Telepizza, BBVA, Tous, L’Oréal e decine di altre aziende hanno deciso di “scappare”.

Il “Gran Hermano”, tuttavia, continua ad avere quasi il 36% di share con oltre tre milioni e mezzo di spettatori a puntata.

VIDEO - Violenza sulle donne, dai fiori alle botte

Il presunto stupro

Nel novembre del 2017, due concorrenti si sono ritirati nella loro camera dopo una serata ad alto tasso alcolico. Carlota era intenzionata ad andare a dormire, ma José Maria era determinato a consumare un rapporto sessuale senza preoccuparsi del consenso della partner.

Con una parola in codice emessa dall’altoparlante dopo diversi minuti, José Maria è stato convinto a smettere. La sequenza incriminata non è stata diffusa ma è stata mostrata in “confessionale” all’interessata, che ha reagito mettendosi a piangere per quanto accaduto.

Gli autori avrebbero consigliato alla ragazza di tacere su quanto accaduto, mentre il ragazzo è stato allontanato dal programma senza spiegazioni.

Il giorno dopo l’accaduto il direttore generale della televisione spagnola ha provveduto a informare la polizia dell’accaduto. Con la denuncia di Carlota, alla fine del programma, è stata così avviata un’inchiesta ed è previsto un processo.