Prete minacciato a Firenze, sassate contro sagrestia: arrestato 26enne

carabinieri-firenze

Attimi di paura a Cerreto Guidi, in provincia di Firenze, dove un prete è stato minacciato da un ragazzo nigeriano di 26 anni. Il giovane stato arrestato dopo aver inoltre cercato di sfondare a sassate la porta della sagrestia della chiesa di Santa Maria Assunta, sita nella frazione di Bassa. Il 26enne, con precedenti penali e che attualmente viveva come senzatetto, è stato in seguito trasportato dagli agenti presso il carcere di Sollicciano.

Prete minacciato a Firenze

Giunto nei pressi della chiesa intorno alle ore 22:30, il giovane nigeriano K. B. avrebbe iniziato a colpire la porta della sagrestia lanciando delle pietre. Un gesto che ha allarmato il parroco don Marcos Roberto Policarpo, subito intervenuto nel tentativo di allontanare il giovane.

A quel punto il 26enne avrebbe iniziato a minacciare il prete, costringendo un cittadino li presente ad allertare i Carabinieri di Empoli. Al momento dell’episodio dei pressi della sagrestia erano presenti alcune persone, tra cui dei bambini.

Nigeriano tradotto in carcere

Una volta giunti gli uomini delle Forze dell’Ordine, il nigeriano non ha opposto resistenza e ha rinunciato a lanciare altri sassi. Il 26enne, che è stato arrestato con l’accusa di minaccia e violazione di domicilio, era stato in passato espulso da un centro di accoglienza per motivi disciplinari e aveva già precedenti penali.

Lo scorso 19 luglio infatti si era reso protagonista di un aggressione ad alcuni Carabinieri. Da qualche tempo il giovane, senza fissa dimora, si era stabilito a vivere nella frazione di Bassa, sotto ad una tettoia pericolante.