Prevenzione melanoma tutto l'anno, al via campagna 'Oltre la pelle'

·3 minuto per la lettura

Controllo periodico dei nei e protezione della pelle dai danni causati dai raggi solari sono strumenti fondamentali per la prevenzione del melanoma, il tumore della pelle più aggressivo e più frequente nelle persone al di sotto dei 50 anni di età, che negli ultimi anni ha fatto registrare un incremento nelle diagnosi. Una prevenzione che deve concretizzarsi non solo prima dell’estate, ma anche e soprattutto dopo l’estate per verificare i possibili danni causati della scorretta esposizione al sole e in generale durante il resto dell’anno per controllare l’eventuale comparsa di nei sospetti.

Per riportare l’attenzione delle persone sull’importanza della prevenzione del melanoma, la campagna di Novartis 'Oltre la pelle' - La prevenzione al centro' torna con una nuova iniziativa presso i centri specialistici di alcune città italiane, per invitare la cittadinanza a controllarsi grazie a screening gratuiti, a dialogare e confrontarsi con i clinici per conoscere, prevenire e affrontare insieme il melanoma.

Ultimamente gli italiani - sottolinea una nota Novartis - hanno trascurato la prevenzione del melanoma, come ha dimostrato una indagine condotta lo scorso marzo da Doxapharma e promossa da Novartis, secondo la quale nel 2020 quasi l’80% degli intervistati non ha ritenuto importante fissare una visita per la mappatura dei nei, il 43% ha dichiarato di non aver mai fatto uno screening, e tra coloro che erano abituati a controllarsi periodicamente, la frequenza è diminuita. Solo il 7% ha pianificato nei mesi successivi un controllo dei nei. L’indagine ha rilevato come sia diminuita anche la quota di persone che dichiarano di conoscere bene il melanoma e quella di chi ritiene fondamentale la diagnosi precoce per aumentare le possibilità di guarigione.

"Per contrastare efficacemente il melanoma è importante adottare sin da piccoli dei comportamenti corretti, come esporsi al sole applicando sempre una protezione alta e solo in determinate fasce orarie, ed effettuare periodicamente il controllo dei nei - dichiara Francesco Cusano, direttore della Uoc di dermatologia dell’Aorn San Pio di Benevento - Po 'G. Rummo' e presidente dell'Associazione dermatologi ospedalieri italiani (Adoi) -. Il primo passo del percorso di prevenzione è l’autovalutazione. In caso di neo sospetto è consigliabile rivolgersi al proprio medico e quindi al dermatologo per una visita", aggiunge Cusano. Nell'ambito della campagna l’iniziativa 'Incontriamoci' partirà il 17 novembre dall’Aorn San Pio di Benevento – Po 'G. Rummo' e proseguirà per tutto il 2022 coinvolgendo altri centri distribuiti su tutto il territorio nazionale.

Gli incontri - dettaglia la nota - prevedono un momento informativo con gli esperti del centro che ospiterà l'evento per parlare dell’importanza della prevenzione primaria e secondaria e della necessità di controlli periodici. I partecipanti all’incontro informativo potranno effettuare al termine dell’evento uno screening gratuito dei nei. Per partecipare agli incontri ed effettuare le visite gratuite è necessaria la prenotazione (dettagli disponibili sul sito www.oltrelapelle.it nella sezione dedicata “Parliamone insieme”).

"I dati della ricerca Doxapharma hanno dimostrato come la pandemia e la generale scarsa attenzione alla salute della pelle abbiano influito negativamente sui controlli dei nei e sulla prevenzione del melanoma - ha concluso Luigi Boano, General Manager Novartis Oncology Italia. - Sensibilizzare la popolazione sull’importanza della prevenzione e riportare le persone ad effettuare i controlli nei centri è l’obiettivo della nostra campagna, in linea con l’impegno di Novartis di offrire soluzioni che vadano anche oltre la terapia, che consentano di re-immaginare la medicina e che si traducano in servizi concreti di supporto alla salute delle persone".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli