Previsioni e interessi di investimento sulle compravendite immobiliari 2021

webinfo@adnkronos.com
·5 minuto per la lettura

Milano, 28/12/2020 - L’effetto che la pandemia ha avuto sul settore economico è tangibile sotto vari aspetti. Per quanto riguarda il settore immobiliare, era già prevista una crisi corposa, ma il mercato delle compravendite immobiliari ne è uscito con pochi danni.

Si prospetta che il 2021 sarà caratterizzato da un graduale miglioramento, che si prolungherà per il quinquennio successivo, accrescendo sempre più gli investimenti. Il mercato immobiliare ospiterà presto un progressivo sviluppo della capitalizzazione nel comparto residenziale senza subire, però, un’oscillazione dei prezzi troppo forte.

In particolar modo, una forte quota degli investimenti del prossimo anno sarà proprio concentrata sugli immobili residenziali, dedicati al settore terziario o, ancora, all’industriale e logistico.

Compravendite immobiliari: ciò che il 2020 ha mostrato al settore

Al fine di comprendere ciò che l’imminente anno riserverà al mercato immobiliare, è necessario capire come e cosa sia mutato durante la pandemia che ha colpito l’Italia nel corso del 2020. Prima che il Coronavirus si diffondesse in maniera così precipitosa e grave nel nord del paese, i dati mostrano come il mercato immobiliare risultasse essere in salute, oltre che in crescita progressiva rispetto agli anni passati.

L’arrivo della stagione primaverile, accomunata alla diffusione del virus su tutto il territorio nazionale, però, ha provocato l’inversione del trend: si è registrata una diminuzione del 15,5% nei volumi dei contratti avviati e conclusi nel primo trimestre, e del 27,2% per quanto concerne il secondo. Affermare che il settore abbia subito un arresto complessivo è, dunque, errato; tuttavia, rimane doveroso constatare che l’esiguo numero di transazioni concluse in tale periodo si riferisce soprattutto ad accordi assunti nei primi mesi dell’anno e non di nuova stipulazione.

Dopo ogni periodo di depressione economica, segue una fase di ripresa e i nuovi e anticipati dati forniti dall’Agenzia delle Entrate hanno svelato proprio tutto ciò: è stato dimostrato che le perdite registrate dalle compravendite immobiliari siano state riassorbite nel terzo trimestre del 2020, dove il calo registrato è stato solo del 6,1% e in cui si è registrato persino un aumento dei prezzi dello 0,9%.

Mercato immobiliare: il 2021 è destinato ad essere l’anno del balzo

Nel corso del prossimo anno, il mercato immobiliare acquisirà sempre più potere, sebbene questo processo avverrà gradualmente e non in maniera precipitosa.

Stando alle stime offerte dagli esperti del settore, il volume delle compravendite immobiliari accrescerà, nel corso dei mesi a venire, in maniera costante, e riversandosi su tre settori in particolare:

● industriale;

● logistico;

● residenziale e turistico.

Sebbene, nel corso del lockdown, si fosse parlato di come il modo di vivere e progettare gli immobili sarebbe mutato nel futuro, oggi è possibile osservare come questi pensieri si siano facilmente riconvertiti con il passare del tempo. Si è ritornati ben presto ai livelli originali a causa dei lievi prezzi in aumento registrati nell’ultimo periodo.

Ciò non toglie, però, che i trend per i prossimi anni muteranno incontrando comunque i desideri dei consumatori. I mesi del nuovo anno offriranno al mercato immobiliare una sorta di rinascita, così da poter continuare a sviluppare la crescita archiviata negli anni passati in modo florido.

Le compravendite immobiliari riprenderanno a livello globale, conducendo il settore verso un auspicato +8%, dato che possiede tutte le carte in regola per poter diventare reale.

La pandemia, tuttavia, mostrerà i suoi risvolti non tanto sulle quote degli investimenti, quanto sul modo di capitalizzare dei consumatori: invece che focalizzarsi sul breve periodo, il modus operandi farà ormai riferimento al lungo termine, verso spazi ovviamente strutturati secondo esigenze diffuse come lo smartworking o ambienti più aperti.

I costruttori, sotto questo punto di vista, saranno obbligati ad agire modificando le loro metodologie di suddivisione degli spazi, per rispondere alle nuove esigenze che, nel corso del 2020, si sono affermate e per poter rispondere anche a coloro che sono interessati ad immobili che possano rientrare nei loro budget prefissati.

A subire la peggio, saranno quegli immobili che riversano in cattive condizioni, i quali verranno introdotti nuovamente sul mercato a prezzi ridotti, provocando una relativa espansione dell’offerta. In linea di massima, è possibile affermare che le intenzioni degli investitori si focalizzeranno su una nuova tendenza ben specifica, ossia quella del residenziale specializzato.

Per poter ottenere la meglio, infine, occorrerà far riferimento anche a portali specializzati per le compravendite immobiliari come offrocasa.com, utile sia per agenzie che per privati intenzionati a mettere sul mercato il proprio immobile.

Il futuro del settore immobiliare e degli investimenti per i prossimi cinque anni

I sondaggi erogati nel corso del tempo svelano come, secondo molti imprenditori del settore immobiliare, il 2021:

● Si configurerà come un anno propizio, poiché ben il 40% degli intervistati afferma che lo stesso rimarrà stabile, subendo tuttavia un rialzo rispetto al trend registrato nel 2019.

● La performance, invece, migliorerà leggermente secondo una quota pari al 49% degli intervistati, che affermano quanto sopra detto, ossia che la capitalizzazione riprenderà secondo ritmi crescenti in un lasso di tempo contenuto nei prossimi cinque anni.

● L’intero settore sarà aiutato dai tassi di interesse, i quali continuano a fluttuare attorno ai minimi storici e alle quotazioni in vista di quanto sopracitato.

In definitiva, il mercato non subirà uno stop, ma continuerà la sua espansione verso l’hinterland e le zone periferiche ai grandi centri urbani, dove sarà possibile offrire soluzioni garanti di ottima qualità di vita a prezzi più contenuti.

Per informazioni:

OffroCasa.com è il portale di annunci immobiliari che dà la possibilità a tutte le agenzie, imprese edili e privati di inserire illimitatamente e gratuitamente inserzioni in tutta Italia senza alcun obbligo contrattuale. Non ci sono periodi di prova con successivi canoni da pagare, non ci sono limiti per quanto riguarda il numero di annunci e foto che ciascun inserzionista può pubblicare, e non ci sono restrizioni per ciò che riguarda la possibilità di effettuare modifiche successive alla prima pubblicazione dei propri annunci.

Contatti:

e-mail: info@offrocasa.com

tel.: +39.02.87177707

Facebook: www.facebook.com/OffroCasa/