Prima alla Scala, Milano blindata

webinfo@adnkronos.com

Misure di sicurezza rafforzate, a Milano, per la Prima della Scala che domani inaugurerà la stagione con la 'Tosca' di Puccini alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, e del ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese. Il questore di Milano Sergio Bracco ha emanato un'ordinanza con cui è stato previsto un articolato dispositivo di vigilanza e controllo con l'impiego di un consistente numero di uomini. In concomitanza con la rappresentazione in Piazza della Scala, nelle adiacenze del Teatro, sono previsti infatti dei presidi.  

In particolare, rende noto la questura in una nota, un presidio organizzato dalla Confederazione Unitaria di Base - Cub, in segno di protesta contro la kermesse, e un presidio indetto dai lavoratori della società Auchan, a sostegno della vertenza occupazionale in atto. Informalmente si è appreso che appartenenti alle locali realtà antagoniste saranno presenti sulla piazza per richiamare l’attenzione sulla vicenda siriana. Anche in Galleria Vittorio Emanuele II è stimata la presenza di numeroso pubblico visto che l'opera verrà trasmessa su un maxischermo collocato nell'ottagono. 

L’attività capillare di osservazione e vigilanza che sarà svolta dalla polizia di Stato coinvolgerà il commissariato centro territorialmente competente, il cui dirigente coordinerà il servizio con un significativo impiego di personale in abiti civili e in uniforme. Personale altamente qualificato della Digos sarà presente in ogni area interessata, sia all’interno che all’esterno del teatro, per prevenire e contrastare eventuali attività di contestazione ed eversive. La presenza delle alte cariche dello Stato renderà necessario un adeguato servizio di scorte per assicurare la tutela delle personalità. A tutti i servizi concorrerà l'Arma dei carabinieri con le sue articolazioni, nonché la Guardia di Finanza. La polizia locale, il 118 e i Vigili del Fuoco hanno pianificato parallelamente i dispositivi di rispettiva competenza per garantire il regolare svolgimento degli eventi.  

In tutti i punti sensibili saranno effettuate ispezioni e bonifiche e il personale in abiti civili e in uniforme assicurerà la vigilanza all’esterno e all’interno del teatro procedendo a capillari controlli sulle persone. L’area interessata sarà delimitata e controllata ad ampio raggio per prevenire ulteriori estemporanee iniziative di contestazione nonché per impedire l’accesso a mezzi non autorizzati. Ai partecipanti all’evento sarà consentito l’ingresso attraverso un corridoio appositamente predisposto, anche esso adeguatamente controllato.