##Primarie e caucus, il lungo processo di scelta dei ... -5-

A24/Pca

New York, 28 gen. (askanews) - Negli ultimi cicli elettorali, più di dieci Stati hanno deciso di tenere gli eventi nella stessa giornata, comunemente chiamata Super Tuesday (quest'anno, il 3 marzo, sarà assegnato il 29% dei delegati democratici, il 31% di quelli repubblicani). Inoltre, il partito repubblicano ha imposto agli Stati che vanno al voto prima del 15 marzo di assegnare i delegati su base proporzionale; la maggior parte dei funzionari di partito preferisce invece il sistema che premia esclusivamente il vincitore.

Chi sono i delegati, quanti sono e come vengono assegnati? I delegati sono attivisti, leader politici locali, donatori o sostenitori di un candidato. Nelle elezioni del partito democratico, i delegati sono assegnati generalmente su base proporzionale; tra i repubblicani, ci sono Stati che assegnano tutti i delegati al vincitore, altri li assegnano su base proporzionale o con un sistema misto. Nel 2020, un candidato democratico dovrà ottenere almeno 2.376 dei 4.750 delegati per guadagnare la nomination; circa la metà, 1.277 su 2.552 delegati, saranno quelli necessari per ottenere la candidatura repubblicana. Il numero di delegati per ogni Stato viene deciso in base al voto alle precedenti tre elezioni presidenziali e al numero di Grandi elettori (che sono i delegati che eleggono il presidente degli Stati Uniti, assegnati a ogni Stato in base alla popolazione). (segue)