I primi 50 anni del Tor Carbone, tra scuola e internazionalizzazione

Red

Roma, 17 ott. (askanews) - Si è concluso con una cena di gala, giochi pirotecnici e festeggiamenti in grande stile l'anno dedicato ai festeggiamenti per i 50 anni dell'I.P.S.E.O.A. Tor Carbone di Roma, uno degli istituti alberghieri più noti della Capitale, che da una delle sue tre sedi, quella in zona Appia, nella villa che fu di Rossellini, porta avanti il suo percorso di formazione e internazionalizzazione, con missioni in tutto il mondo: le prossime tappe Giappone, Ungheria, Etiopia e Armenia.

Per l'occasione, il primo alberghiero di Roma ha organizzato il "Gran Galà Tor Carbone", una kermesse nella quale si sono ripercorsi i 50 anni dell'Istituto con una serie di appuntamenti di grande rilievo.

E' stato presentato "Roma Golosa" edito da Typimedia: il primo libro di una collana che punta a valorizzare i prodotti tipici e con questi elementi realizzare ricette tradizionali e moderne. Per l'occasione, è intervenuta la chef stellata Cristina Bowerman, madrina della collana, accompagnata dal direttore editoriale di Typimedia Luigi Carletti e dall'amministratore delegato Edoardo Fedele.

La festa per il cinquantenario è stata cornice di un altro importante momento dedicato all'Ecologia e sensibilizzazione alla tutela dell'ambiente, con la presentazione del Progetto "Plastic Free", nonchè del Progetto di Laboratorio Integrato, attraverso il quale, l'Istituto Tor Carbone ha realizzato un fulgido esempio di integrazione e formazione professionale per i ragazzi con bisogni speciali.

Grandi emozioni e commoventi suggestioni, poi, si sono vissute durante la cerimonia di inaugurazione del Bar Didattico "ALESSANDRO NARDUCCI" presso la sede di Tor Carbone, in memoria dello chef romano, giovane promessa della cucina Italiana, tragicamente venuto a mancare nel giugno del 2018. Presenti anche i genitori Maurizio Narducci e Alessandra Gerace, che hanno presenziato alla cerimonia di taglio del nastro.

Molto sentito anche l'intervento di don Raffaele Grimaldi Ispettore Generale dei Cappellani dell'Amm.ne Penitenziaria e della Giustizia Minorile, che ha effuso una solenne benedizione sui presenti e sui locali inaugurati. Molti sono gli ospiti accorsi per tale evento: la dottoressa Corsi, delegata dal Ministro della Pubblica Istruzione, dell'Università e della Ricerca, all'Ispettore Capo Lucio Cucchiarelli del Commissariato di P.S. Tor Carbone, fino ad una delegazione del Consolato dell' Uzbekistan giunta per l'occasione, che ha espresso profonda stima e ammirazione per l'Istituto ospitante, indubbio protagonista di eccellenza nell'ambito di Internazionalizzazione e Alternanza Scuola Lavoro.

Durante la manifestazione, poi, il responsabile dell'Istituto Romano della Pizza Marco Di Pietro, ha consegnato nelle mani della dirigente Cristina Tonelli il riconoscimento del Guinness World Record 2019, per la partecipazione attiva dell'Istituto ai "Pizza Days" tenutisi a Roma agli inizi di settembre scorso.

Il Gran Galà per il cinquantenario, ha visto come protagonisti soprattutto i ragazzi di Tor Carbone che hanno dato vita ad alcuni momenti di intrattenimento molto apprezzati dalla platea: da un'esibizione di "Flair acrobatico" ad una "Sfilata sotto le stelle" in cui hanno saputo dar prova del loro portamento e della loro professionale eleganza. Per l'occorrenza è intervenuta una giuria formata da personaggi appartenenti al mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo. Madrina d'eccezione della serata, Manila Nazzaro, Miss Italia 1999, volto noto della TV e della Radio, da anni protagonista del mondo enogastronomico e turistico, come madrina dei "Borghi più belli di Italia", nonchè come inviata e conduttrice del programma televisivo "Mezzogiorno in Famiglia" accompagnata dall'ex calciatore Lorenzo Amoruso, oggi Dirigente Sportivo, concorrente di "Celebrity Masterchef" nel 2018.

Tutto il contesto è stato adornato dall'arte culinaria espressa in tutte le sue forme. La cena di Gala organizzata e preparata dal professore Pasquale Caprarelli, insieme ad uno staff di docenti di Cucina e dagli alunni dell'Istituto, ha esaltato il palato degli ospiti, contraddistinguendosi per prelibatezza e raffinatezza.

Facevano da corollario molti stand gastronomici, presso i quali, aziende leader nel settore, partner dell'istituto, hanno dilettato i graditi ospiti con degustazione di prodotti tipici enogastronomici di primissima qualità. La serata si è conclusa con il consueto taglio della torta, seguito da entusiasmanti danze al chiaro della luna e da un vivace spettacolo pirotecnico.