Primi effetti positivi delle nuove chiusure nella Regione

·1 minuto per la lettura
Sardegna Perfugas covid free
Sardegna Perfugas covid free

La Regione Sardegna rimarrà in zona rossa per almeno un’altra settimana, dopo essere stata la prima e fin qui unita zona bianca d’Italia e d’Europa. Il coronavirus ha ripreso a circolare velocemente però velocemente, mettendo di nuovo in difficoltà il sistema sanitario dell’isola che sconta anche dei ritardi per quanto riguarda la campagna vaccinale. Tutto aperto, ma senza protezione dunque, il che ha peggiorato in poche settimane la situazione epidemiologica invidiabile che era stata raggiunta dalla Sardegna. Nella parte nord della Regione aumenta ad esempio il numero di positivi a Castelsardo, da 2 a 5, così come a Nulvi dove invece i nuovi positivi sono stati 4. Buone notizie invece arrivano dal comune di Perfugas, in provincia di Sassari, che dopo la guarigione di un cittadino che era ancora positivo, è diventato covid free.

Sardegna, Perfugas è covid free

Nicola Sassu, il sindaco di Perfugas, ha così commentato la notizia: “Ricordo a tutti i cittadini il massimo rispetto delle regole e l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale”. Un modo dunque per non permettere di abbassare la guardia e rischiare di dover ricominciare nell’iter ormai purtroppo noto.

Sempre in Romangia, nello specifico a Sorso, sono arrivate a 6 le persone ancora positive al covid, mentre quelle in quarantena sono salite 10 a 28. A Monti, nel centro della Gallura, gli attualmente positivi sono invece 13, mentre ad Aggius sono 7.