Primo caso di coronavirus in Sardegna, a Cagliari

In Sardegna si registra il primo caso di una persona contagiata dal coronavirus, in particolare a Cagliari. La Regione fa sapere che il paziente, ora ricoverato in ospedale, è risultato positivo: per la conferma  è attesa la verifica dell'Istituto superiore di sanità cui è stato inviato il tampone. L'Unità di crisi regionale ha già attivato i protocolli per individuare e mettere sotto sorveglianza sanitaria i familiari e tutte le persone che sono state a stretto contatto col paziente. "La situazione è sotto controllo", assicura la Regione, "e le strutture sanitarie rimangono operativa per far fronte ad ogni evenienza. Ad oggi nessuna delle persone sottoposte a vigilanza è in una condizione tale da destare allarme".

Venerdì scorso un paziente sardo assistito in Lombardia è risultato positivo ed è in quarantena in quella regione coi sui familiari. L'uomo ricoverato a Cagliari, secondo quanto apprende l'AGI, si trova all'ospedale Santissima Trinità, dopo aver chiamato il 118 per segnalare sintomi, fra i quali la febbre. Imprenditore di Quartu Sant'Elena, 40 anni, titolare di un locale, il paziente era stato a Rimini una decina di giorni fa e avrebbe cominciato a star male dopo il rientro in Sardegna, in un viaggio fra Alghero, dove aveva fatto tappa prima di tornare a casa, e Quartu.

Il quarantenne ha manifestato i primi malesseri circa una settimana fa e ora è ricoverato in rianimazione con una diagnosi di polmonite. La sua famiglia è già in quarantena.