Primo maggio, 42 arresti in Usa in proteste movimento Occupy

Oakland (California, Usa), 2 mag. (LaPresse/AP) - Almeno 42 persone sono state arrestate ieri negli Stati Uniti durante le proteste del movimento Occupy Wall Street in occasione della festività del primo maggio. Migliaia di dimostranti sono scesi in strada in tutto il Paese per chiedere redditi più equi e la fine della speculazione finanziaria. La protesta più violenta si è tenuta a Oakland, in California, dove 23 persone sono state arrestate durante scontri con la polizia. Le autorità hanno lanciato gas lacrimogeni e granate stordenti per disperdere la folla. Un dimostrante è stato fermato per aver dato fuoco a un'auto della polizia, mentre altri hanno tentato di obbligare i commercianti a chiudere i negozi dopo non aver osservato gli appelli per uno sciopero generale.

Manifestanti con il viso coperto hanno danneggiato diversi edifici a Seattle, dove otto dimostranti sono stati arrestati. Membri del movimento Occupy hanno occupato un palazzo di proprietà dell'arcidiocesi cattolica a San Francisco, portando al fermo di una persona. Altri dieci manifestanti sono stati arrestati a Los Angeles in seguito a scontri con la polizia, in cui è rimasto ferito un agente. Le persone fermate sono state portate in carcere dopo aver bloccato un incrocio vicino all'aeroporto internazionale di Los Angeles. Centinaia di dimostranti di Occupy Wall Street hanno marciato pacificamente a New York, occupando il traffico per un breve periodo. Poliziotti in tenuta antisommossa hanno spinto il gruppo sui marciapiedi e non si sono registrati arresti. Altre proteste pacifiche sono state organizzate a Chicago e Atlanta.

Ricerca

Le notizie del giorno