Primo piano - dai quotidiani

Sen

Roma, 27 set. (askanews) - Il dibattito sul fine vita, dopo la sentenza della Consulta dell'altro giorno, infuria sulle prime pagine dei quotidiani in edicola oggi.

"Fine vita, il no dei medici" titola in partura il Corriere della sera. "Gli Ordini: sia unpubblico ufficiale, non noi,a far partire il suicidio assistito. I medici - prosegue il giornale di via Solferino - hanno 'l'obbligo di dare vita e non morte, pena il rischio di provvedimenti disciplinari che possono portare alla radiazione'. Partendo da questo principio gli Ordini regionali hanno ribadito che 'non avvieranno la procedura di suicidio assistito' e chiedono che a farlo 'sia un pubblico ufficiale in rappresentanza dello Stato'. Dopo la sentenza della Corte Costituzionale sul fine vita tocca ora al Parlamento mettere ordine in una materia delicata. I vescovi: 'Perso il lume della ragione'. Mentre Pd e 5 Stelle cercano un'intesa per arrivare ad una legge".

"Gli ultimi diritti nel vuoto della politica", scrive Repubblica per mano di Ezio Mauro, che in un editoriale che "c'è voluta la disobbedienza civile per mettere in moto la riflessione costituzionale sul suicidio assistito. Nonostante la sollecitazione un anno fa della Consulta alle Camere, perché intervenissero, la politica ha risposto con il vuoto legislativo, fingendo di non sapere che quel vuoto si riempiva della disperazione e della solitudine dei malati in condizioni estreme, con le famiglie abbandonate davanti all'interrogativo tra il dolore e l'amore, tra l'inerzia tecnica delle cure e una speranza che si spegne, tra la sofferenza ormai senza rimedio del paziente e il sentimento di sacralità della vita. Alla fine, la Corte ha deciso per l'incostituzionalità del reato di aiuto al suicidio, rispondendo al grande tema del fine vita". Il giornale fondato da Eugenio Scalfari da risalto anche all'emergenza clima e sulla manifestazione degli studenti in programma oggi. "Giù le mani dalla nostra terra", titola il quotidiano, "un milione di giovani nel nome del clima in 180 città italiane Fridays For Future: dall'acqua alla ricerca, dateci risposte subito".

La Stampa sceglie invece di aprire sulle ipotesi pder la prossima Legge di Bilancio per quanto riguarda gli incentivi all'utilizzo della carta di credito. "Pagamenti con le carte governo pronto a ridare fino al 4% dei soldi spesi. Palazzo Chigi sta studiando possibili aggiustamenti dell'Iva su alcuni beni". "Il Tesoro - spiega il quotidiano torinese - lavora a un provvedimento che prevede lo sconto tra il 2 e il 4 per cento delle spese per chi fa acquisti con le carte di credito. Palazzo Chigi sta studiando anche possibili aumenti Iva per alcuni beni".

"Allarme farmaci", titola invece in partura Il Giornale. "Gli esperti: verifica su centinaia di medicine. Ecco quali sono Eutanasia, l'esercito dei 761 pronti a morire". "L'Agenzia europea per i medicinali chiede controlli a tappeto su alcuni farmaci a caccia di sostanze potenzialmente cancerogene per l'uomo. Al Giornale Silvio Garattini, fondatore del Negri consiglia: 'Chi ha acquistato un prodotto nel mirino smetta di prenderlo'".