Primo piano - dai quotidiani

Rcc/Tor

Roma, 31 lug. (askanews) - Gli sviluppi dell'inchiesta sull'omicidio del Carabiniere Cerciello alla luce della conferenza stampa della Procura di Roma, le scuse di Matteo Salvini per "l'errore da papà" di aver fatto provare in vacanza una moto d'acqua della Polizia di Stato, le tensioni Lega-M5s sempre più forti accentuata dalla riforma divisa della Giustizia che oggi va all'esame del Consiglio dei ministri, l'apertura del comitato nazionale di Bioetica in tema di suicidio assistito sulla scorta del caso Cappato-dj Fabo. Le prime pagine dei quotidiani si focalizzano su temi disparati.

"Scacco ai Cinque stelle, Salvini punta al Sud" è l'apertura di Repubblica che pubblica in bella evidenza la fotonotizia del figlio del ministro degli Interni a Milano Marittima sulla moto d'acqua del servizio di sicurezza pubblica. Il titolo è ripreso da un articolo sulla campagna d'agosto nelle regioni del Meridione del leader leghista per togliere voti a M5s. Mentre sul tema il Corriere della Sera annota: "Giustizia, ultimo fronte M5s-Lega". E spiega: "Oggi la riforma Bonafede va in Consiglio dei ministri ma il Carroccio accusa: bocciate le nostre proposte".

Il Corriere della Sera, per parte sua, tiene l'apertura sull'omicidio a Trastevere del Carabiniere Cerciello Rega: "Ultimo mistero: era senza pistola", sottolineando "i molti punti oscuri" che la Procura si è impegnata a chiarire. E come sotto altro fronte ora risulti "indagato il Carabineiere che ha bendato" il giovane americano sospetto assassino. Del quale su la Stampa, parla la madre. "Non mi risulta prendesse droghe. Se è stato lui vuol dire che doveva essere terrorizzato", dice Leah Helder. "Guerra ai Carabinieri", mette in guardia il Giornale

Ancora sulla Stampa, poi, Luigi Di Maio apre un nuovo fronte con il terzo settore, partendo dalle vicende del traffico di affidi a Bibbiano. "Basta soldi a coop e ong - apre il quotidiano di Torino intervistando il vicepremier e leader M5s- questi scandali avvengono quando lo Stato finanzia imprese ideologizzate". A seguire, sempre sul quotidiano torinese, la notizia che "Il Comitato di Bioetica apre al sucidio assisisto". Con annesso commento del senatore leghista Pillon: "scelta incivile". Mentre il quotidiano Avvenire mette in guardia da conclusioni affrettate: "Il comitato di Bioetica ha dato un parere descrittivo di posizioni diverse: nessun via libera". Insomma, "divisi sul suicidio assistito".