Primo piano - dai quotidiani

Int5

Roma, 30 lug. (askanews) - I funerali del carabiniere ucciso, l'appello del comandante Nistri e gli sviluppi dell'inchiesta dopo i nuovi particolari emersi nell'ordinanza che ha lasciato in carcere i 2 giovani arrestati. Ma anche la nuova lite tra Di Maio e Salvini, che riapre l'ennesimo scenario di crisi all'interno del governo giallo verde. Sono questi i principali temi che popolano le prime pagine dei quotidiani.

"Nistri: basta coltellate. Ma il caso non è chiuso" titola "La Repubblica" in prima pagina, dove dedica anche ampio spazio a tutto quello che non torna nella ricostruzione della notte in cui il vicebrigadiere Cerciello Rega venne ucciso con 11 coltellate. Dubbi e incongruenze ancora non risolte dal lavoro degli inquirenti, come il giallo sulla presenza di Cerciello e il collega Varriale nella piazza in cui ci fu lo scambio, quasi un'ora prima della telefonata al 112. "Il giallo dei contatti con il pusher prima della chiamata al 112" titola anche il "Corriere della Sera", che ripercorre la notte dell'omicidio minuto per minuto. In prima pagina le scintille sull'autonomia che fanno litigare Lega e M5s, e l'audio della discordia, registrato durante una riunione coi militanti, in cui Di Maio chiama Salvini "quell'altro là".

La tensione tra Carroccio e grillini occupa anche un retroscena della "Stampa", con l'ultimatum della Lega che avverte: "Se salta la flat tax il governo va a casa". In prima pagina sul quotidiano torinese anche il caso della nave Gregoretti che resta in rada ad Augusta con 115 migranti a bordo: "Sulla nave 115 migranti, nessuno li fa scendere".