Primo piano - dai quotidiani

Gal

Roma, 18 dic. (askanews) - Le aperture dei giornali sono dedicate oggi alla decisione del Papa di togliere il segreto di Stato nei casi di violenza sessuale e di abuso su minori che coinvolgono i prelati. "Il Papa: e giustizia sia", titola La Repubblica. "Pedofilia, la svolta del Papa", è il titolo di apertura del Corriere della sera che parla di "svolta storica".

"Con due documenti papa Francesco abolisce il segreto pontificio nei casi di violenza sessuale e di abuso sui minori commessi dai chierici, e decide, nello stesso tempo - si legge sul Corsera -, di cambiare la norma riguardante il delitto di pedopornografia facendo ricadere nella fattispecie dei 'delitti più gravi' la detenzione e la diffusione di immagini che coinvolgano minori fino all'età di 18 anni (prima, l'età fissata era 14)". "Bergoglio mette de facto i vescovi locali nell'impossibilità di invocare — così taluni hanno fatto fino a ieri — il segreto pontificio quando le autorità civili locali chiedono documenti e collaborazione sui casi di pedofilia in cui sono incriminati sacerdoti sotto la loro responsabilità", spiega Repubblica.

La Stampa sceglie invece la politica estera e in particolare la visita lampo ieri del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in Libia: "Di Maio preme su Sarraj, i soldati di Erdogan restino fuori dalla Libia", scrive il quotidiano torinese. "Fredda la risposta di Tripoli: 'Siamo in guerra, servono le armi di Ankara'". "Nei prossimi giorni l'Italia nominerà un inviato speciale per la Libia - ha detto ieri il titolare della Farnesina appena atterrato a Ciampinto dopo la visita a Tripoli, Bengasi e Tobruk -, una figura di alto profilo che rappresenterà il nostro Paese e risponderà direttamente alla Farnesina".

Il sole24Ore invece apre sull'imminente fusione Fca-Peugeot. "Dai board di Psa e Fca ieri primi via libera all'alleanza tra i due gruppi. Oggi l'annuncio della firma del Memorandum of Understing, dopo il quale partira la fusione che porterà alla nascita del quarto costruttore mondiale di auto. Il Memorandum non conterrà i dettagli su produzione, fabbriche e modelli: se ne comincerà a parlare dopo. La società sarà 50% Fca e 50% Psa e sarà quotata a Milano, Parigi e Wall Street. Nel cda 5 rappresentanti dei soci Psa e 5 di Fca, l'undicesimo sarà Tavares. Le sinergie annuali a breve sono stimate in 3,7 miliardi; la sfida del futuro sarà l'auto elettrica. Da definire il ruolo dei cinesi di Dongfeng, che dovrebbero ridurre la loro quota nel capitale".

Il quotidiano rosa dedica poi un primo piano alla notizia che Arcelor Mittal ha accusato il governo di aver disatteso il contgratto sull'ex Ilva: "la memoria è stata depositata in vista dell'udienza fissata per il 20 dicembre prossimo. Non è una mossa 'aggressiva' spiegano fonti vicine alla società, ma solo un passaggio procedurale. Arcelor, infatti, prosegue nel confronto con il Governo per trovare uno sbocco alla vicenda".