Primo piano - dai quotidiani

Red/Int5

Roma, 3 dic. (askanews) - Il grande gelo tra Di Maio e Conte è al centro delle prime pagine dei principali quotidiani nazionali. "Conte attacca, gelo con Di Maio" titola il Corriere della Sera all'indomani dell'informativa alla Camera sul Mes. "Tutti i ministri sapevano, contro di me accuse infamanti" ha attaccato il premier Conte in Parlamento sul tema del fondo salva-Stati. E sui continui litigi tra Pd e M5s il quotidiano milanese pubblica un'intervista alla ministra per le politiche agricole Teresa Bellanova: "Siamo stufi di assistere a litigi tra Pd e 5 Stelle. Il governo è nato con obiettivi precisi: sterilizzare l'Iva, fermare la deriva sovranista. Un tema serio come il Mes non può essere utilizzato per la verifica di rapporti di forza".

"Ne resterà soltanto uno" scrive in prima pagina Repubblica, in merito alla rottura Conte-Di Maio, pubblicando le foto dei due primi piani dei leader uno accanto all'altro. Nel giorno della bagarre in aula per il Mes, Di Maio va via prima che la seduta della Camera abbia fine. Il capo politico del Movimento 5 stelle non stringe la mano al presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Molte assenze tra i banchi grillini, il leader non applaude mai Conte e poi si sfoga: "Non mi ha difeso". Tra i ministri si comincia a parlare di voto, scrive in un articolo il quotidiano di largo Fochetti.

Altro tema caldo è quello della Brexit con le nuove regole di accesso per i cittadini Ue: dal 31 gennaio prossimo i visitatori europei avranno bisogno di un visto elettronico, sul modello di quello in uso per i viaggi negli Stati Uniti, per varcare i confini della Gran Bretagna dopo la Brexit, secondo la proposta avanzata dal partito conservatore che governa il Paese in caso di vittoria alle prossime elezioni del 12 dicembre. "Johnson sbarra le porte del Regno Unito, i turisti europei entreranno con il visto" scrive in un articolo La Stampa. "L'assurda chiusura di un Regno che si regge sugli scambi" commenta, invece, Bepper Severgnini sulle pagine del Corriere della Sera.