Primo Piano - dai quotidiani

Mpd

Roma, 10 feb. (askanews) - Resta in primissimo piano l'emergenza coronavirus, con la conta dei decessi in continua salita a superare quelli della Sars e i contagi che si espandono.

Repubblica da conto del fatto che il blocco aereo voluto dal governo (unico in Europa) e le conseguenze economiche hanno irritato Pechino. Ora i rapporti sono ai minimi termini. Doveva essere un anno speciale nei rapporti tra Italia e Cina, invece rischia di essere quello del grande gelo. Il blocco dei voli tra i due Paesi, deciso dal governo Conte per far fronte all'epidemia di cornnavirus, è stato vissuto come un tradimento da Pechino. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in campo per ricucire.

Il coronavirus che sta facendo paura al mondo ha già fatto più vittime della Sars, l'infezione che tra il 2oo2 e 2003 provocò la morte 774 malati, ricorda il Corriere della Sera. Intanto sono atterrati nell'aeroporto militare di Pratica di Mare gli otto italiani che erano ancora a Wuhan. Oggi vertice di governo sui danni economici provocati dal nuovo virus.

Sulle prime pagine anche l'arresto del giovane egiziano ricercatore a Bologna. Sotto accusa - riferisce il Corriere - i post contro Al Sisi. "Ha parlato male del presidente", ecco cosa contestano le autorità del Cairo al giovane. Chiuso in cella, ha parlato con i legali. «Torturato per 7 ore».

Il Sole 24Ore dedica la prima pagina al Reddito di Cittadinanza: "Poco lavoro e 5 punti critici". Ma anche alla ventilata nuova sanatoria sugli immigrati. Solo nel lavoro domestico - si legge - cittadini non comunitari senza permesso di soggiorno sono stimati in circa 200mila. Se poi aggiungiamo che la Fondazione Ismu ha quantificato in 562mila gli stranieri presenti nel nostro Paese senza averne formalmente diritto e consideriamo l'ulteriore crescita del fenomeno attesa per il 2020 e 2021 arriviamo alla stima di 600mila irregolari elaborata dalla Fondazione Leone Moressa. Che, partendo da questi numeri, ipotizza l'eventuale impatto economico di una nuovasanatoriasulla falsariga di quella arrivata nel 2012. In gioco ci sarebbero 1,2 miliardi di euro. Ipotizzando l'emersione di 3oomila irregolari, infatti, lo Stato potrebbe incassare 405 milioni di Irpef attualmente non versata e 804 milioni di contributi previdenziali e assistenziali.