Primo sabato in 'giallo' e anticipo di primavera, pieni ristoranti e parchi a Roma

·1 minuto per la lettura

AGI - Ville storiche, parchi e soprattutto ristoranti sono stati la meta preferita dei romani in questo primo sabato in zona gialla, dunque con minori restrizioni per il contrasto all'epidemia di Covid. Complice il bel tempo, migliaia di persone si sono riversate nelle strade dello shopping e nei rioni del centro storico, tornando a pranzare nei ristoranti. In assenza di turisti insomma i romani sono tornati ad appropriarsi del centro cittadino.

La polizia locale monitora la formazione di eventuali assembramenti, con il dispositivo delle chiusure temporanee di alcune strade più frequentate pronto a scattare in caso di necessità. Al momento i vigili non registrano situazioni di particolare criticità.

"Finalmente abbiamo dei dati molto positivi, solo oggi a Roma e provincia i ristoranti hanno registrato circa 5 milioni di euro di incassi", spiega Claudio Pica, presidente di Fiepet-Confesercenti di Roma. "Ora chiediamo aiuto alle forze dell'ordine - prosegue - per evitare assembramenti e non penalizzare la ripartenza a causa dei comportamenti non corretti da parte di qualche ristoratore o cliente".

In qualche locale, sia in centro sia in periferia, si notano assembramenti, perché non vengono rispettate le distanze tra i tavoli previste dalle regole per evitare il contagio. Pieno anche il litorale di Ostia, con il lungomare colorato dai bambini mascherati per Carnevale e i ristoranti vista mare piuttosto affollati.