Primo scivolone del Governo Bennett in Israele sulla legge sulla cittadinanza

·1 minuto per la lettura
Israeli Prime Minister Naftali Bennett attends a cabinet meeting in Jerusalem, on July 4, 2021. (Photo by ABIR SULTAN / POOL / AFP) (Photo by ABIR SULTAN/POOL/AFP via Getty Images) (Photo: ABIR SULTAN via Getty Images)
Israeli Prime Minister Naftali Bennett attends a cabinet meeting in Jerusalem, on July 4, 2021. (Photo by ABIR SULTAN / POOL / AFP) (Photo by ABIR SULTAN/POOL/AFP via Getty Images) (Photo: ABIR SULTAN via Getty Images)

Prima battuta di arresto per il Governo di Naftali Bennett, entrato in carica il mese scorso.

La proroga di una legge controversa - che per motivi di sicurezza impedisce l’estensione automatica della cittadinanza di Israele a palestinesi sposati con cittadini israeliani - non ha raccolto la maggioranza necessaria. Al termine di un dibattito protrattosi per la notte intera, che ha visto una mobilitazione generale dell’opposizione, il voto si è concluso con un pareggio: 59 voti a favore e 59 contro. La proroga della legge non è stata dunque approvata, cosa che ha creato un forte senso di delusione fra i ministri del governo Bennett.

Il premier aveva definito il voto come una mozione di fiducia al suo Governo. Nella notte la legge era stata modificata dal Governo e approvata in un sondaggio telefonico dei ministri, come scrive il Jerusalem Post, che parla di compromesso tra il ministro dell’Interno Ayelet Shaked e i partiti della coalizione Ràam e Meretz che si oppongono fermamente alla legge. La legge modificata avrebbe consentito un’estensione dello statuto di sei mesi durante i quali sarebbe stata istituita una commissione per esaminare soluzioni umanitarie a più lungo termine. Inoltre, a 1.600 palestinesi che vivono in Israele sarebbero stati concessi i diritti di residenza come parte del compromesso.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli