Principato Monaco pronto a depenalizzare l'aborto -2-

Ihr

Roma, 5 ago. (askanews) - Fino ad ora, l'aborto era consentito solo in caso di gravidanza a rischio per la donna, di stupro e di insufficienza fetale irreversibile. Da ora in poi, le donne monegasche che abortiranno prima della fine della dodicesima settimana di gravidanza non saranno più soggette alla scure della legge. Per questi fatti, hanno rischiato una pena detentiva da sei mesi a tre anni e una multa da 9.000 a 18.000 euro.

La depenalizzazione dell'aborto non significa tuttavia la legalizzazione. Il disegno di legge prevede sanzioni (da cinque a dieci anni di carcere) per qualsiasi professionista sanitario che pratichi un aborto. Il disegno di legge, tuttavia, autorizza gli operatori sanitari a consigliare e indirizzare le loro pazienti a colleghi stranieri.