"Principe Andrew massaggiato da due ragazze a casa Epstein"

webinfo@adnkronos.com

Ancora rivelazioni del caso Epstein imbarazzanti per il principe Andrew. Un testimone infatti afferma di aver visto due giovani donne fare un massaggio ai piedi al figlio della Regina di Inghilterra nella casa newyorkese del miliardario. E' quanto rivela in 'The New Republic' Evgeny Morozov, professore ed autore noto per le sue ricerche critiche sulla centralità di Internet, che pubblica una serie di mail a lui inviate dal suo agente letterario, John Brockman, che frequentava il miliardario accusato di abusi e sfruttamento della prostituzione minorile ed esortava il suo cliente ad incontrare "il miliardario filantropo" molto generoso con i progetti di ricerca scientifica.  

Tra queste mail, una del settembre 2013, in cui Brockman raccontava di aver incontrato a casa Epstein "un tipo britannico che si stava facendo fare un massaggio ai piedi da due giovani donne russe ben vestite", mentre parlava delle accuse per violenza sessuale mosse dalla Svezia a Julian Assange, che allora era già rifugiato nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra.  

"Noi pensiamo che in Svezia siano liberal, ma è più come l'Inghilterra del Nord opposta all'Europa meridionale - avrebbe detto secondo la ricostruzione fatta dall'agente nella mail -. A Monaco, Alberto lavora 12 ore al giorno, ma alle 9, quando esce, fa quello che vuole e non importa a nessuno. Ma se lo faccio io, sono nei guai". "A questo punto - conclude la mail - ho capito che Irina stava massaggiando i piedi di sua Altezza Reale, il principe Andrews, Duca di York".  

Nel suo articolo, Morozov afferma di essere sul punto di tagliare i rapporti con l'importante agente letterario per il silenzio riguardo ai suoi rapporti con Epstein che sono stati tirati in ballo dai giornali dopo l'arresto del miliardario, che si è poi suicidato in cella lo scorso 10 agosto. Il Guardian, giornale che pubblica regolarmente articoli di Morozov, afferma di non aver ottenuto una dichiarazione da Brockman riguardo alle rivelazioni di New Republic.