Principe Harry, la lettera contro i tabloid: “Così ho perso mia madre”

Principe Harry

Il Principe Harry ha deciso di passare alle vie legali per proteggere sua moglie dagli attacchi continui e soprattutto scorretti da parte dei media britannici. A finire nel mirino degli avvocati del Duca di Sussex sarà il Daily Mail, quotidiano britannico che, nella sua edizione domenicale ha pubblicato di recente una lettera privata scritta da Meghan e indirizzata a suo padre. Secondo Harry le manomissioni del testo sono scorrette e pericolosa per la salute mentale delle persone coinvolte in questi “scandali”. Dopo aver perso sua madre per motivi simili, il Principe Harry non è disposto a veder soffrire sua moglie senza combattere per lei.

Il Principe Harry contro i tabloid

La moglie di Harry d’Inghilterra è tanto amata quanto odiata. I sudditi inglesi e in linea generale tutti coloro che nel mondo sono appassionati di cronaca rosa, hanno un’opinione molto netta sulla Duchessa di Sussex, nel bene o nel male.

Proprio per “intercettare” le opinioni di ogni tipo di lettore la stampa britannica sembra decisa a comportarsi in maniera assurdamente schizofrenica nei confronti di Meghan Markle: durante il fidanzamento Meghan era lodata ai quattro venti per la sua indipendenza e per le sue idee rivoluzionarie, in seguito è stata messa alla gogna per qualsiasi impercettibile rottura del protocollo di corte; durante la gravidanza è stata accusata di voler attirare l’attenzione della stampa a tutti i costi, durante il recentissimo viaggio in Africa, il primo insieme ad Archie, è stata lodata su tutti i giornali, con una “copertura mediatica molto positiva”, come ha scritto Harry nel suo recente comunicato stampa.

Quest’altalena continua tra attacchi e commenti positivi sta mettendo duramente alla prova la Duchessa di Sussex la quale, dopo la pubblicazione di una lettera privata destinata a suo padre, ha deciso di passare alle vie legali. Non potendo rimanere indifferente di fronte a quest’ennesima violazione della privacy di sua moglie, Harry ha scritto un lunghissimo comunicato in cui chiarifica la sua posizione e si scaglia contro la stampa britannica.

“Abbiamo bisogno di una stampa responsabile”

Le parole con cui Harry ha voluto spiegare la situazione che ha portato alla decisione della sua famiglia

Come coppia, crediamo nella libertà di stampa e nel racconto oggettivo e veritiero dei fatti. Pensiamo che sia un pilastro della democrazia e nello stato attuale del mondo – a tutti i livelli – non abbiamo mai avuto più bisogno di una stampa responsabile.

Purtroppo, mia moglie è diventata una delle ultime vittime dei tabloid britannici che attaccano le persone senza pensare alle conseguenze: c’è stata una campagna spietata che si è intensificata nell’ultimo anno, che è andata avanti per tutta la sua gravidanza e anche quando nostro figlio era appena nato

[…] Purtroppo, mia moglie è diventata una delle ultime vittime dei tabloid britannici che attaccano le persone senza pensare alle conseguenze: c’è stata una campagna spietata che si è intensificata nell’ultimo anno, che è andata avanti per tutta la sua gravidanza e anche quando nostro figlio era appena nato.

Questa particolare azione legale ha a che fare con un episodio che rientra in un diffuso e inquietante modo di comportarsi da parte dei media britannici. Il contenuto di una lettera privata è stato pubblicato illegalmente in modo intenzionalmente distruttivo per manipolare voi, i lettori, e alimentare gli scopi divisividei media in questione.

Oltre alla pubblicazione illegale di questo documento privato, vi hanno intenzionalmente ingannato omettendo alcuni paragrafi, frasi e anche alcune singole parole, per coprire le bugie che avevano perpetrato per oltre un anno. […]

Anche se questa potrebbe non essere la cosa più sicura da fare, è quella giusta. Perché la mia paura più grande è che la storia si ripeta. Ho visto quello che accade quando qualcuno che ami viene mercificato al punto tale da non essere più trattato o visto come una persona reale. Ho perso mia madre e ora sto vedendo mia moglie cadere vittima di quegli stessi poteri.

Il rapporto tra Thomas e Meghan Markle

Thomas Markle, padre di Meghan, è una figura impresentabile alla corte d’Inghilterra, nel senso letterale del termine: l’uomo non si è fatto vedere al matrimonio di sua figlia proprio in virtù dei pessimi rapporti che l’uomo avrebbe avuto con lei.

Appigliandosi a questo difficile rapporto padre figlia, i media britannici hanno cominciato a scavare profondamente nella storia della famiglia di Meghan, nel tentativo di alimentare in maniera continua la rivalità tra Meghan e i suoi parenti nella speranza di scrivere scoop in grado di moltiplicare le vendite in maniera esponenziale.

La pubblicazione della lettera scritta da Meghan al padre si inserirebbe proprio in questo progetto: convincere i lettori che il padre di Meghan e la Duchessa di Sussex siano ancora in pessimi rapporti e che le cose non potranno che peggiorare. Pare, invece, che le cose non stiano così.