Principe saudita Salman: guida suprema Iran è "il nuovo Hitler"

Sim

Roma, 24 nov. (askanews) - Il principe ereditario dell'Arabia saudita ha accusato la guida suprema iraniana di essere "il nuovo Hitler del Medio Oriente". In un'intervista al New York Times, Mohammed bin Salman, che ricopre anche il ruolo di ministro della Difesa, ha lasciato intendere la necessità di affrontare l'espansione iraniana nella regione sotto la guida dall'Ayatollah Ali Khamenei. "Ma abbiamo imparato dall'Europa che l'appeasement non funziona. Non vogliamo che il nuovo Hitler in Iran ripeta in Medio Oriente quanto accaduto in Europa".

Le tensioni tra Riad e Teheran sono aumentate dopo le dimissioni a sorpresa annunciate il 4 novembre scorso dal premier libanese Saad Hariri in un intervento tv dalla capitale saudita. Nel suo discorso Hariri ha puntato il dito contro l'Iran e le milizie sciite libanesi Hazbollah. Lo stesso giorno, i miliziani sciiti Houthi, sostenuti in Yemen dall'Iran, hanno lanciato un missile balistico contro l'aeroporto internazionale di Riad, e il principe Salman ha dichiarato che la fornitura di missili da parte dell'Iran agli Houthi rappresenta "una diretta aggressione militare".

Nell'intervista al Nyt, il principe ha tenuto a rimarcare che la guerra in Yemen sta procedendo a favore della coalizione internazionale guidata da Riad e che i suoi alleati oggi controllano l'85% del territorio.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità