Privacy: al via indagine su gestione dei data breach

Gci

Roma, 23 set. (askanews) - Parte oggi il "Privacy Sweep 2019", un'indagine a carattere internazionale dedicata quest'anno alla gestione dei data breach da parte di soggetti pubblici e privati. Le Autorità di protezione dati che svolgeranno l'indagine prenderanno in esame i processi e le procedure adottati per la gestione delle violazioni dei dati personali dai titolari dei trattamenti che operano sui rispettivi territori nazionali. L'iniziativa è coordinata dalla Global Privacy Enforcement Network (GPEN), la rete internazionale nata per rafforzare la cooperazione tra le Autorità della privacy di diversi Paesi, di cui il Garante italiano fa parte. Allo Sweep 2019 partecipano, oltre a quella italiana, altre 17 Autorità garanti della privacy di vari Paesi del mondo. Il Garante per la protezione dei dati personali, si legge in una nota, concentrerà la sua attività sul settore dell'e-commerce attraverso l'analisi di un campione significativo di aziende italiane. I risultati dell'indagine internazionale saranno resi pubblici il prossimo novembre.

Lo "Sweep" ("indagine a tappeto") sulla gestione dei data breach fa seguito ad analoghe indagini effettuate negli scorsi anni che hanno preso in esame il principio di responsabilizzazione (accountability), le informative privacy su siti web e le app per la telefonia mobile, i servizi online destinati a minori, l'Internet delle cose.

Il GPEN (Rete globale per l'applicazione delle norme in materia di privacy) è stato costituito nel 2010 facendo seguito ad una raccomandazione dell´OCSE. L'obiettivo è quello di promuovere la cooperazione internazionale fra le Autorità di controllo in materia di privacy alla luce della globalizzazione dei mercati e del crescente flusso di informazioni personali.

  • Coronavirus: vittime, contagi, nuovi focolai. Le news in tempo reale
    Salute
    Yahoo Notizie

    Coronavirus: vittime, contagi, nuovi focolai. Le news in tempo reale

    Gli aggiornamenti in tempo reale sull'emergenza coronavirus in Italia.

  • 38enne tunisino in fin di vita all'ospedale di Mestre
    Notizie
    notizie.it

    38enne tunisino in fin di vita all'ospedale di Mestre

    Protagonista un 38enne tunisino: molesta i clienti di un bar a Jesolo e viene picchiato a sangue da un gruppo di giovani.

  • Valeria: "L'ho perdonato perché sento di avere dentro delle colpe"
    Notizie
    notizie.it

    Valeria: "L'ho perdonato perché sento di avere dentro delle colpe"

    Ciavy ha rivelato di non essere innamorato di Valeria, mentre lei ha raccontato il tradimento.

  • L'ultimo saluto a Diego ed Elena sabato 4 luglio
    Notizie
    notizie.it

    L'ultimo saluto a Diego ed Elena sabato 4 luglio

    L'ultimo saluto ai gemelli uccisi dal padre avverrà sabato 4 luglio: a Gessate lutto cittadino per i funerali di Diego ed Elena.

  • Maltempo, pioggia al Nord e allerta arancione in 3 regioni
    Scienza
    Adnkronos

    Maltempo, pioggia al Nord e allerta arancione in 3 regioni

    Un’area depressionaria di origine atlantica sta raggiungendo le nostre regioni settentrionali, apportando un graduale peggioramento, con temporali più significativi nella giornata di venerdì. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche. L’avviso prevede dal tardo pomeriggio di oggi precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria ed Emilia-Romagna, con fenomeni che tenderanno ad essere diffusi e intensi nella giornata di domani, in particolare sulle zone pianeggianti. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani allerta arancione su alcuni settori della Lombardia, del Veneto e dell’Emilia-Romagna. Allerta gialla, inoltre, nella Provincia Autonoma di Trento, in Liguria, Marche, Abruzzo, Umbria, su alcuni settori del Piemonte, della Lombardia e della Toscana, sui restanti territori di Veneto ed Emilia-Romagna. LOMBARDIA - Il Centro Funzionale Monitoraggio Rischi Naturali della Regione Lombardia ha emesso un avviso di criticità moderata (arancione) a causa del residuo temporalesco ancora presente sul bacino di Milano. In particolare si segnala una fase più critica nel corso della giornata di domani, con un peggioramento della situazione nel pomeriggio. Il Comune di Milano attiverà di conseguenza il Centro Operativo di Comunale (Coc) per il monitoraggio dei livelli idrometrici dei fiumi Seveso e Lambro e del radar e saranno allertate le squadre di Polizia locale, Protezione civile e MM servizi idrici al fine di graduare l’attivazione del piano di emergenza. VENETO - In Veneto, domani e precipitazioni saranno più frequenti e diffuse, con rovesci e temporali anche organizzati: saranno possibili fenomeni localmente intensi con forti rovesci, raffiche e grandinate e quantitativi di pioggia localmente consistenti. I fenomeni tenderanno ad esaurirsi nelle prime ore di sabato.  Domani e sino alla mattina di sabato 4 negli altri bacini del Veneto (Basso Brenta e Bacchiglione, Basso Adige e Po Fissero-Tartaro e CanalBianco, Basso Piave Sile e bacino scolante in Laguna, Livenza Lemene e Tagliamento) permane lo stato di attenzione per criticità idraulica.

  • Massimo Ghini: "Ora basta con Raggi, una democristiana"
    Notizie
    Adnkronos

    Massimo Ghini: "Ora basta con Raggi, una democristiana"

    "Alla politica, a Roma, serve in fondo un grande progetto. Grandi idee, grandi sogni, grandi speranze". Parla così l'attore Massimo Ghini in un'intervista a 'Sette', dicendosi "molto orgoglioso" di quello che è riuscito a innescare dopo avere annunciato provocatoriamente in un'intervista all'Adnkronos di fine maggio scorso di essere pronto a candidarsi a sindaco di Roma. "Era una battuta ma neanche troppo", dice Ghini, che definisce "democristiana" la sindaca Virginia Raggi. "Io, se facessi una campagna elettorale, della Raggi non parlerei neanche - spiega l'attore - Tanto quello che ha fatto è sotto gli occhi di tutti, inutile pure ripeterlo. Lo sa dove sta lo stile democristiano? Nelle piccole cose, che il mio occhio allenato alla politica è in grado ancora di scovare. Qualche strada che iniziano ad asfaltare all’improvviso, i bidoni della spazzatura che per magia sono un po’ più puliti… Il tutto, guarda caso, quando manca poco alle elezioni. Vecchio stile democristiano". Ghini, che veste i panni di un procuratore sportivo in 'La volta buona' di Vincenzo Marra uscito ieri, è costretto a interpretare ancora una volta un personaggio negativo. "È colpa mia perché me le sono sempre andate a cercare. E rispetto a molti colleghi, soprattutto della mia generazione, ho anche avuto un po’ più di coraggio ad accettare certe parti, come dire, scomode", osserva Ghini, che sul profilo di whatsapp ha una foto con l'ex presidente Napolitano: "Il giorno del premio De Sica. Napolitano me lo consegnò con un grande sorriso negli occhi. Conosceva sia mio papà che mia mamma, che lavorava al cerimoniale di Stato all’aeroporto di Fiumicino. Le direttive all’epoca erano di trattare con i guanti bianchi i democristiani e un po’ meno bene i comunisti. Ma mia mamma trattava benissimo anche i comunisti". Ghini, comunista fin dalla nascita, racconta che quando nel 1996 Prodi vince le elezioni, "nel mondo del cinema si inizia a spargere il timore che, avendo io un’amicizia antica con Veltroni, che stava per diventare vicepremier e ministro della Cultura, ovunque avrei iniziato a comandare". Ma non è stato così: "Da quel giorno ho smesso di lavorare con la Rai. Mi avrebbe riportato nel giro della tv un berlusconiano diventato amministratore della Eagle Pictures, Giampaolo Sodano. Uno che mi apprezzava perle qualità artistiche. Senza chiedere nulla in cambio".

  • In Italia si diventa anziani a 73 anni, lo dice l'Istat
    Notizie
    Adnkronos

    In Italia si diventa anziani a 73 anni, lo dice l'Istat

    Anziani a 65 anni? No grazie. A decretare il 'superamento' di ormai vecchi "indicatori tradizionali" come quelli "basati sull'età anagrafica delle persone" per indicare l'anzianità, è l'Istat, che nel Rapporto annuale 2020, sostiene a chiare lettere che questi ultimi "non si prestano più allo scopo di definire chi sia anziano". Tanto che negli ultimi decenni, guardando alla speranza di vita residua, "lo spostamento in avanti della condizione di 'anzianità' è stato sempre più veloce", arrivando oggi a 73 anni per gli uomini e a 76 per le donne. E nel 2060, stando alle previsioni, si potrebbe arrivare a 76 e a 79 anni.  "Oggi è sempre più difficile definire chi sia una persona anziana, se non si stabilisce da quale momento della vita abbia cominciato ad esserlo", sentenzia l'Istat. "Fino a pochi decenni fa, coloro che avevano superato il 65° compleanno venivano considerati 'anziani'. Oggi sarebbe difficile ricorrere alla stessa unità di misura, dati i cambiamenti indotti da una speranza di vita in progressivo aumento. Oggi un 65enne - si legge nel Rapporto - può condurre una vita nel pieno del benessere psico-fisico, essere ancora inserito nel mondo del lavoro o occuparsi attivamente dei propri interessi personali o familiari. Dal momento che la condizione stessa dell’anzianità tende a spostarsi in avanti nel tempo".  Secondo l'Istat è dunque necessario "liberare la definizione dell’anzianità dal concetto cronologico", perché "la condizione di vita per la maggior parte degli anziani" "non corrisponde più allo stereotipo di persone isolate e bisognose di assistenza continua, tanto da rappresentare un peso per la società e per le famiglie". Quasi il 50% degli ultraottantenni vive un’ottima qualità della vita, è molto attivo e ha una rete di relazioni estesa e una partecipazione culturale discreta, a volte anche intensa. Circa il 33%, pari a 2 milioni e 137mila, gode di buona salute, risiede soprattutto nel Nord e dichiara risorse economiche ottime o adeguate.

  • Grosseto, 15enne violentata: indagati tre minorenni
    Notizie
    Adnkronos

    Grosseto, 15enne violentata: indagati tre minorenni

    Tre avvisi di garanzia con l'accusa di violenza sessuale di gruppo. E' questo il primo passo ufficiale della Procura dei minori di Firenze, guidata dal procuratore capo Antonio Sangermano, nei confronti dei ragazzi ritenuti responsabili del presunto stupro commesso ai danni di una quindicenne durante una festa in un'abitazione a Marina di Grosseto. Un'adolescente che loro conoscevano bene, perché frequentavano gli stessi ambienti scolastici e perché spesso facevano parte dello stesso gruppo nelle ore di svago.  La ragazzina ha denunciato gli abusi e i presunti responsabili, che hanno 16 e 17 anni. Secondo il racconto fatto dall'adolescente - che dopo la denuncia presentata dai genitori è stata ascoltata dalla polizia con l'assistenza di uno psicologo come riferisce "La Nazione" - durante una festa che era stata organizzata sabato sera sarebbe stata fatta entrare nel bagno dell'abitazione e lì i tre minorenni avrebbero compiuto la violenza, forse utilizzando anche degli oggetti trovati nella stanza. Uno di loro avrebbe fatto da palo, restando sulla porta, così da assicurarsi che nessuno potesse entrare. La violenza sarebbe stata anche ripresa con un telefonino e il video fatto poi girare sui social, soprattutto su gruppi Whatsapp. Il video è stato poi rimosso ma è finito ugualmente tra gli elementi in possesso della squadra mobile grossetana.  Gli accertamenti vanno avanti nel riserbo più assoluto - e la prima cosa da verificare resta appunto l'esatto svolgimento dei fatti -, ma non è escluso che i tre minorenni adesso accusati della presunta violenza sessuale possano essere anche gli autori degli atti vandalici commessi nel corso della stessa notte sul litorale con lettini tagliati, ombrelloni divelti e anche gomme di un'auto e di un furgone squarciate. Un raid che si sarebbe concluso con l'aggressione a danno di tre giovanissimi turisti aretini, due dei quali rimasti feriti. Uno in particolare, un quindicenne, ha avuto la frattura della mandibola ed è stato sottoposto ad un intervento chirurgico nell'ospedale di Siena. Su questi episodi indagano i carabinieri.

  • Temptation, uno dei fidanzati scatenato: ecco cosa è successo
    Spettacolo
    notizie.it

    Temptation, uno dei fidanzati scatenato: ecco cosa è successo

    Tra i protagonisti di Temptation Island vi sono l'ex calciatore della Fiorentina Lorenzo Amoruso e l'ex Miss Italia Manila Nazzaro.

  • I due ex rivali al Grande Fratello Vip sono tornati all'attacco
    Notizie
    notizie.it

    I due ex rivali al Grande Fratello Vip sono tornati all'attacco

    Sossio Aruta attacca Antonio Zequila. L'ex calciatore vuole zittirlo con una grande soddisfazione.

  • Peste nera, sospetto in Mongolia: scatta la quarantena
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Peste nera, sospetto in Mongolia: scatta la quarantena

    La regione occidentale della Mongolia, ai confini con la Russia, è stata messa in quarantena dopo aver identificato due casi sospetti di peste nera legati al consumo di carne di marmotta.

  • Richeldi: "Guariti da covid accusano disturbi fin qui difficilmente spiegabili"
    Salute
    Yahoo Notizie

    Richeldi: "Guariti da covid accusano disturbi fin qui difficilmente spiegabili"

    Invita alla prudenza il professor Luca Richeldi, presidente della Società italiana di pneumologia, che in un'intervista al settimanale Famiglia Cristiana fa il punto sui guariti da COVID-19 che accusano disturbi fin qui difficilmente spiegabili.

  • Covid, Kim: "Nostra risposta successo splendente"
    Politica
    Adnkronos

    Covid, Kim: "Nostra risposta successo splendente"

    La risposta della Corea del Nord alla pandemia di coronavirus in questi sei mesi è stato un "successo splendente". E' quanto ha detto Kim Jong Un esortando a continuare ad essere "in massima allerta" perché una revoca troppo veloce delle misure di contenimento del virus potrebbero portare ad "una crisi inimmaginabile e irrimediabile".  Secondo quanto riporta l'agenzia di stato Kcna, il leader nordcoreano, in un discorso pronunciato in una riunione del partito, ha affermato che il Paese è riuscito a "prevenire in modo attento" che il virus riuscisse a penetrare nel Paese, ma avvertito che non bisogna abbassare la guardia.  In realtà da quando l'epidemia di Covid 19 è scoppiata nella confinante Cina, spostandosi poi in Corea del Sud, si sa ben poco dell'effettiva situazione sanitaria nel "regno eremita" comunista, dove l'impatto delle epidemia potrebbe essere devastante considerate le condizioni di povertà in cui vive la maggioranza della popolazione. L'agenzia sudcoreana Yonhap ha sottolineato che il fatto che quello di ieri sia stato il secondo politburo del partito in tre mesi per discutere l'epidemia, suggerisce che la situazione sia grave.

  • Bennato: "Il futuro mi preoccupa, vivo per mia figlia"
    Spettacolo
    Adnkronos

    Bennato: "Il futuro mi preoccupa, vivo per mia figlia"

    "Ho una figlia adolescente, il futuro mi preoccupa e non posso più permettermi di essere un pazzaglione". Così Edoardo Bennato in un'intervista al 'Corriere della Sera' spiega le ragioni del suo ultimo libro 'Girogirotondo. Codex latitudinis' uscito a giugno per Baldini+Castoldi. "Canto ancora cose provocatorie, sto registrando un album per settembre, ma mi sento responsabile verso una bambina che si affaccia al mondo", dice il cantautore riferendosi alla figlia quindicenne Gaia.  "Dal mio balcone a Napoli, sto guardando Capri, il mare è piatto, non c'è vento, tutto sembra fermo, invece, la Terra sta ruotando su se stessa a 1.700 chilometri all'ora, intorno al Sole a 100mila chilometri e si muove con il sistema solare a un milione di chilometri all'ora. Questo assurdo dovrebbe essere il presupposto per capire la realtà. E leggendo il codice latitudinale della Terra si spiegano poveri e ricchi, buoni e cattivi", precisa Bennato spiegando così il sottotitolo 'Codex latitudinis' del libro. "Racconta l'umanità delle nostre latitudini che ha progredito dovendo aguzzare l'ingegno per adattarsi a climi mutevoli o ostili". Il libro è anche un po' un'autobiografia: "Ho dovuto spiegare come sono arrivato qui. A 13 anni, avevo già girato il mondo su una nave da crociera suonando coi miei fratelli. E ho sempre viaggiato, per capire al di là della retorica. Ho conosciuto Salvador Allende, Fidel Castro, e ho scritto 'Arrivano i buoni': 'Arrivano finalmente e hanno già fatto un elenco dei cattivi da eliminar... Ah Ah'". E adesso come padre dice di seguire "le indicazioni di mamma: sono affettuoso. Ma Gaia ha preso il suo posto e mi dà consigli: sembra che io guidi lei, ma lei guida me".

  • La prof di Amici e il suo compagno non hanno ceduto alle tentazioni
    Notizie
    notizie.it

    La prof di Amici e il suo compagno non hanno ceduto alle tentazioni

    Anna Pettinelli e Stefano Macchi stanno ancora insieme? Le news sulla coppia dopo Temptation Island.

  • Caso Marò, il commento di Girone a seguito della decisione dell'Aia
    Notizie
    notizie.it

    Caso Marò, il commento di Girone a seguito della decisione dell'Aia

    Il marò Salvatore Girone ha commentato la sentenza del Tribunale che ha riconosciuto l'immunità dei due fucilieri: "Sono stati quasi incredulo".

  • Notizie
    Askanews

    Renzi ricorda Shahbaz Bhatti: suo martirio non sia dimenticato

    "Ancora molte persone perdono la vita per la propria fede"

  • Condannato a 30 anni, ma è latitante
    Notizie
    notizie.it

    Condannato a 30 anni, ma è latitante

    L'ex primula rossa, Graziano Mesina, è in fuga dopo la sentenza della Cassazione e la condanna definitiva a 30 anni.

  • L'ex di Ramazzotti ha una nuova fiamma: un giovane modello
    Spettacolo
    notizie.it

    L'ex di Ramazzotti ha una nuova fiamma: un giovane modello

    Marica Pellegrinelli ha un nuovo amore dopo Eros Ramazzotti. La donna frequenta il modello Paul Ferrari.

  • Cacciari: "Pd? Leadership inconcludente"
    Notizie
    Adnkronos

    Cacciari: "Pd? Leadership inconcludente"

    “Un profluvio di decretazione d'urgenza, decreti incasinati, procedure complicate, un inno alla burocrazia e all'assistenzialismo”. Questo il commento sul dl Crescita e sul dl Rilancio di Massimo Cacciari, che, in un’intervista a Italia Oggi, aggiunge: “Guardi cosa hanno combinato con il bonus per le vacanze, l'albergatore che decidesse di accettarlo sarebbe un pazzo. Il Movimento5stelle – aggiunge - sta mettendo in luce la sua inadeguatezza di forza di governo. Il problema vero però è il Pd che non riesce a imporre un cambio di passo. Sta mostrando l'inconsistenza e l'inconcludenza della sua leadership. Per l'economia vera, per le imprese, per l'occupazione, non c'è nulla. Non so come affronteremo l'autunno”.  Sulle Semplificazioni, Cacciari afferma: “Ma come fa Conte a semplificare, lui che ha incasinato tutto, dal bonus vacanze a quello per le babysitter. Non sanno dove mettere le mani: serve una rivoluzione, bisogna fare testi unici snelli e semplici, cassando migliaia di leggi. Ma non ho speranze, del resto non ci è riuscito Sabino Cassese con il governo Ciampi. Si figuri questi...”. Quanto al modello Genova per gli appalti, secondo il filosofo, “non va portato a sistema lo straordinario, va semplificato l'ordinario. Occorre avere leggi semplici e un sistema trasparente che consentano ai funzionari di fare quello che normalmente non possono fare. O hanno paura di fare, sotto lo spettro dell'abuso d'ufficio o della colpa grave. Chiunque ha fatto un giorno di pubblica amministrazione, sa che è nelle complicazioni che il corruttore si insinua e il malaffare prospera”.

  • Meloni: "Conte lupo travestito da agnello"
    Politica
    Adnkronos

    Meloni: "Conte lupo travestito da agnello"

    “Talvolta ho l’impressione che il premier sia un lupo travestito da agnello. Una persona con obiettivi precisi, un ragazzo determinato che sa quel che vuole. E vuole rimanere a Palazzo Chigi il più a lungo possibile. Costi quel che costi”. Lo afferma Giorgia Meloni in un’intervista a Libero, sottolineando che “è insopportabile il teatrino che ha messo in piedi con noi facendo il gioco dei ruoli con i 5 Stelle. Mentre diceva di voler dialogare con l’opposizione i grillini avevano il compito di boicottare in tutti i modi il dialogo con noi, bocciando qualsiasi nostro emendamento. Adesso par di capire che se appoggiassimo il Decreto Rilancio ci sarebbe qualcosa anche per noi. Ma a me non interessa partecipare alla mangiatoia di questo decreto. Il ministro Gualtieri sa bene la serietà delle nostre proposte. Nessuno ha voluto il nostro aiuto”.  “Ritengo che se il governo dovesse aprire all’opposizione, il precario equilibrio sul quale si regge la maggioranza andrebbe in frantumi. I loro rapporti interni sono fragilissimi. Così non possono reggere altri tre anni - dice ancora la leader di Fratelli d’Italia -. “Come opposizione, stiamo bene nonostante quello che scrivono alcuni giornali che raccontano di continue competizioni tra Meloni, Salvini e Berlusconi. Certo siamo tre partiti diversi, discutiamo, ci confrontiamo ma nei momenti importanti sappiamo essere una coalizione. Per l’alternativa".  "Il Mes è l’unico problema che abbiamo - continua_. Nulla in confronto ai problemi della maggioranza. Sul Meccanismo di Stabilità io pongo due problemi. Se è così conveniente come ci racconta la sinistra perché nessuno stato lo prende? Poi l’Europa ci manda a dire che senza Mes sarà più difficile ottenere il Recovery Fund che noi sosteniamo se finanziato con eurobond. Incomprensibile. Andreottianamente parlando, se tutti lolodano questo Mes, non sarà che nasconde una ‘sòla’? La sorveglianza post programma significa troika, cioè le riforme che vuole la Germania, finché non avremo restituito almeno il 75% del prestito. Per questo non capisco gli amici di Forza Italia”.

  • Trema la terra a Condofuri
    Scienza
    notizie.it

    Trema la terra a Condofuri

    Terremoto a Reggio Calabria alle ore 7:39 del 3 luglio 2020: gli aggiornamenti.

  • Tom Hanks: "Chi non indossa la mascherina si deve vergognare"
    Spettacolo
    Adnkronos

    Tom Hanks: "Chi non indossa la mascherina si deve vergognare"

    Tom Hanks, uno dei sopravvissuti al Covid-19 più famosi al mondo, ha detto chiaramente cosa pensa di chi non indossa la mascherina. "Ci sono davvero solo tre cose che possiamo fare per arrivare a domani: indossare una mascherina, attenerci al distanziamento sociale e lavarci le mani", ha detto. "Sono cose così semplici, così facili, che se qualcuno non riesce a praticare queste tre cose fondamentali penso che debba solo vergognarsi". Tom Hanks e sua moglie, l'attrice e cantante Rita Wilson, sono state due delle prime celebrità ad annunciare di aver contratto il virus e Hanks ora sta esortando tutti a rispettare le norme di prevenzione e "fare la propria parte". L'attore, secondo quanto riferisce 'People' ne ha parlato durante la conferenza stampa di presentazione del film 'Greyhound', che debutta il 10 luglio su Apple TV+. "È molto semplice", ha detto Hanks. "Se stai guidando una macchina, non vai troppo veloce, usi la fraccia ed eviti di investire i pedoni: mio Dio, è buon senso!", ha esclamato.  Hanks e la Wilson furono trovati positivi al coronavirus - e messi in quarantena - al loro arrivo in Australia a marzo. Avevano raggiunto il paese per partecipare alla pre-produzione del film di Baz Luhrmann 'Elvis Presley' in cui Hanks interpreta il manager del cantante, Tom Parker. La coppia non ebbe complicazioni respiratorie e, una volta superato il virus, i due tornarono negli Usa dichiarandosi ansiosi di donare il proprio plasma nella speranza di aiutare gli altri.