Pro Vita posta foto shock contro aborto su Fb. Valanga di commenti

Mpd

Roma, 10 giu. (askanews) - Due identiche immagini di un feto con la didascalia "Quale dei due stato concepito in uno stupro?". E' il post shock di Pro Vita e Famiglia Onlus pubblicato sul profilo facebook dell'associazione. Oltre 4.200 i commenti in poche ore, fortemente critici.

"Non possiamo neanche immaginare la profondissima e ingiusta ferita inferta da uno stupro - scrive l'associazione - e lotteremo accanto alle donne perch questa barbarie sia punita sempre pi severamente. Ma tuo figlio non ha nessuna colpa, eliminarlo non canceller la ferita".

Immediata la cascata di commenti: "Titolo e immagini deplorevoli - commenta Brunella - credo che quando si tocca il fondo va detto. Da cattolica lo dico, questa una mancanza di rispetto". E Miriam ricorda che "secondo il diritto canonico in alcuni casi, come questo, neanche la Chiesa condanna l'aborto". C' poi chi sottolinea che "non la societ a garantire o approvare, ma la legge che garantisce alle donne l'aborto sicuro, con assistenza medica ed entro confini di legalit" e chi osserva: "Ci sono dietro tragedie, non si pu giudicare".

Per tutti una risposta dall'associazione, sempre la stessa: "Gentilissimi, nessuno giudica n colpevolizza le donne, vittime di questo trauma. Il post vuole far riflettere la societ che si dice favorevole all'aborto. Vi auguriamo una buona giornata".