"Processate Berlusconi". Pm chiede rinvio a giudizio per il Ruby Ter. A processo con Apicella a Roma

Huffington Post

Il pm Laura Longo ha chiesto il rinvio a giudizio per Silvio Berlusconi, accusato a Torino di corruzione in atti giudiziari nell'ambito del processo Ruby ter. La prossima udienza con la decisione del gup è in programma il 1 giugno.

Oltre a Berlusconi è stato chiesto il rinvio a giudizio anche per Roberta Bonasia, l'ex infermiera di Nichelino accusata di calunnia, falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari.

La vicenda, un filone del processo milanese "Ruby ter", riguarda il rapporto tra il Cavaliere e l'ex infermiera di Nichelino che, come ipotizzato dalla Procura di Milano, avrebbe ricevuto denaro per non rilasciare dichiarazioni in aula. Il giudice milanese aveva inviato gli atti alle procure competenti, fra cui quella di Torino.

Nella prossima udienza, fissata il 1° giugno, è prevista la discussione degli avvocati difensori di Berlusconi, all'esito della quale il gup Francesca Christillin dovrà decidere se sollevare il conflitto di competenza tra le procure o accogliere il rinvio a giudizio. Ai fini della decisione, il giudice dovrà valutare se vale dove Bonasia ha ricevuto l'ultimo assegno circolare di Berlusconi, pari a 25 mila euro, vale a dire a Milano, o dove l'assegno è stato incassato, in una banca del Torinese.

Intanto Berlusconi è stato rinviato a giudizio a Roma dal gup per il reato di corruzione nell'ambito di uno dei filoni giunto a Roma per competenza da Milano dell'indagine Ruby Ter. Con l'ex presidente del consiglio rinviato a giudizio anche Mariano Apicella, accusato di corruzione e falsa testimonianza. Il processo inizierà il prossimo 23 novembre davanti alla II sezione penale.

Continua a leggere su HuffPost

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità