Processo Cucchi, ascoltati medico e giudice del Tribunale

Roma, 22 giu. (LaPresse) - Si sta svolgendo a Roma, davanti alla III sezione della Corte d'assise, la sesta udienza del processo per la morte di Stefano Cucchi, il giovane deceduto nell'ottobre 2009, una settimana dopo l'arresto per droga, nella struttura di medicina protetta dell'ospedale Sandro Pertini di Roma. I testi citati dai pm Vincenzo Barba e Maria Francesca Loy sono il medico che era in servizio alla città giudiziaria romana di piazzale Clodio, il magistrato che convalidò l'arresto di Cucchi e quattro agenti della polizia penitenziaria. "Ha risposto a tono a tutte le domande, non ha detto di essere stato percosso, nè io ho avvertito nulla di anomalo. Per me si è svolto tutto regolarmente. Ho fatto l'interrogatorio, ho sentito le richieste delle parti e ho deciso per la convalida e la custodia in carcere". Questo ha riferito il giudice Maria Inzitari. Il dottore Giovanni Battista Ferri, responsabile dell'ambulatorio medico del tribinale invece ha riferito che Stefano "riusciva a camminare con difficoltà, si appoggiava al muro, chiese un farmaco che prendeva abitualmente, e questa era l'unica cosa alla quale era interessato".

Un manifesto per la morte di Stefano Cucchi

Ricerca

Le notizie del giorno