Processo Floyd: chiesta pena di trent'anni per l'agente soffocò l'afroamericano

·2 minuto per la lettura
George Floyd accusa 30 anni
George Floyd accusa 30 anni

L’accusa ha chiesto una condanna a 30 anni di carcere per Derek Chauvin, il poliziotto ritenuto colpevole dell’omicidio dell’afroamericano George Floyd a Minneapolis dopo aver tenuto premuto il suo ginocchio sul collo della vittima per oltre 9 minuti. Si tratta di una pena doppia rispetto al massimo di 15 anni raccomandati dalla normativa statale.

George Floyd, accusa chiede 30 anni per l’agente

La difesa dell’agente ha invece chiesto la libertà vigilata o una pena minima definendo l’azione dell’agentecome “un errore in buona fede“. Stando alle parole dei legali che difendono il poliziotto, quest’ultimo non era consapevole che stava commettendo un crimine ma pensava che stava semplicemente facendo il suo dovere. La sentenza è attesa per il 25 giugno 2021.

Intanto la città di Minneapolis ha iniziato a riaprire l’intersezione dove George Floyd è stato ucciso. Un luogo che dopo la sua uccisione è diventato un simbolo delle divisioni causate dal razzismo e dall’oppressione degli afroamericani negli Stati Uniti. I dipendenti del municipio hanno rimosso le barriere di cemento che bloccavano l’incrocio e messo dei segnali per creare una rotatoria intorno a quella che è stata ribattezzata “George Floyd Square”.

George Floyd, accusa chiede 30 anni per l’agente: i fatti

L’afoamericano è stato ucciso il 25 maggio 2020 dopo essere stato fermato da quattro agenti di polizia chiamati da un negoziante per un presunto utilizzo di una banconota falsa. Come testimonia anche un filmato, il giovane è stato immobilizzato a terra e soffocato da un agente che gli tenne il ginocchio sul collo per oltre 9 minuti mentre l’uomo si lamentava dicendo di non riuscire a respirare. Il poliziotto in questione, Derek Chauvin è stato ritenuto colpevole di omicidio preterintenzionale di secondo grado, omicidio colposo e omicidio di terzo grado.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli