Processo Garavaglia: assolto il viceministro della Lega

 Il viceministro leghista dell'Economia, Massimo Garavaglia è stato assolto nel processo in cui era imputato di turbativa d'asta. Si tratta dell'indagine milanese che ha portato nel 2015 all'arresto dell'ex vicepresidente della giunta lombarda e assessore alla Sanità, Mario Mantovani, principale imputato con le accuse anche di corruzione e induzione indebita. Mantovani è stato condannato a 5 anni e 6 mesi. La quarta sezione penale del Tribunale di Milano - presieduta dalla giudice Giulia Turri, ha ritenuto che il viceministro Garavaglia, all'epoca dei fatti assessore all'Economia della Regione Lombardia, non abbia dato “specifiche disposizioni" e "l'input iniziale" per "vanificare gli esiti del bando" di una gara indetta "in forma aggregata" da tre Asl per il servizio trasporto dializzati, come ipotizzato dall'accusa. Al momento della lettura del dispositivo Garavaglia non era presente in aula. Gli imputati del processo erano in tutto 12. (AGI)