Processo penale, cosa prevede la bozza

webinfo@adnkronos.com

Riduzione dei tempi dei processi, fino a una durata di 4 anni per i tre gradi di giudizio, uno per il primo grado, due per il secondo e uno per la Cassazione, ma il Consiglio superiore della magistratura può modificare la previsione a seconda della situazioni degli uffici, delle pendenze e delle sopravvenienze. E comunque in base alla gravità dei reati; e nessun limite per quelli di mafia e terrorismo. Sanzioni disciplinari ai magistrati che sforano i tempi, anche queste modulate tenendo conto dell'ufficio in cui lavorano. E' uno dei punti principali del disegno di legge delega di riforma del processo penale che è stato discusso al vertice tra i partiti di maggioranza a Palazzo Chigi.  

"Un anno per il giudizio di primo grado, due anni per il giudizio di secondo grado, un anno per il giudizio di legittimità per i processi di cui all’art. 33-ter del codice di procedura penale", quelli attribuiti al tribunale in composizione monocratica; "due anni per il giudizio di primo grado, due anni per il giudizio di secondo grado, un anno per il giudizio di legittimità per i processi di cui all’articolo 33-bis del codice di procedura penale", quelli davanti al tribunale in composizione collegiale. E la previsione che "costituisca illecito disciplinare del magistrato il mancato rispetto del termine", quando "le misure organizzative adottate dal capo dell’ufficio siano idonee ad assicurare il rispetto del termine medesimo".