Procura di Brescia chiede rinvio a giudizio per Davigo e Storari

·1 minuto per la lettura
ROME, ITALY - MAY 31: President of the Second Criminal Court of the  Supreme Court of Cassation Piercamillo Davigo partecipates at the Conference of the Five Star Movement on Justice: Issues and Visions of Justice- Reform Prospects, on May 31, 2017 in Rome, Italy. (Photo by Simona Granati - Corbis/Corbis via Getty Images) (Photo: Simona Granati - Corbis via Getty Images)
ROME, ITALY - MAY 31: President of the Second Criminal Court of the Supreme Court of Cassation Piercamillo Davigo partecipates at the Conference of the Five Star Movement on Justice: Issues and Visions of Justice- Reform Prospects, on May 31, 2017 in Rome, Italy. (Photo by Simona Granati - Corbis/Corbis via Getty Images) (Photo: Simona Granati - Corbis via Getty Images)

Il procuratore di Brescia Francesco Prete e il pm Donato Greco hanno firmato la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti dell’ex consigliere del Csm Piercamillo Davigo e del pm milanese Paolo Storari, indagati per rivelazione del segreto d’ufficio in merito alla vicenda dei verbali di Piero Amara sulla presunta Loggia Ungheria.

Fissati per settimana prossima in sede di chiusura indagini gli interrogatori del procuratore aggiunto milanese Fabio De Pasquale e del pm ora alla procura europea Sergio Spadaro, indagati per rifiuto d’atti d’ufficio per la gestione di Vincenzo Armanna, ‘accusatore’ nel processo per il caso Nigeria.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli