Procura Federale, verifiche del pool ispettivo nei centri sportivi: nel mirino gli allenamenti di tre club di A

Stefano Bertocchi

Dopo l'annuncio del Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, e il comunicato della Lega Serie A, Coppa Italia e campionato italiano sono ormai pronti a ripartire.


"I Club - recita la nota ufficiale della Lega Serie A dopo l'Assemblea di ieri- hanno accolto con soddisfazione il via libera alla ripresa della Serie A TIM comunicato ieri dal Ministro Spadafora e hanno votato all'unanimità la disputa dei 4 recuperi della sesta giornata di ritorno (Atalanta - Sassuolo, Hellas Verona - Cagliari, Inter - Sampdoria e Torino - Parma) nel weekend del 20/21 giugno e la programmazione dell'ottava giornata di ritorno a partire da lunedì 22 giugno. Inoltre, accogliendo l'auspicio del Ministro Spadafora, l'attività sportiva della stagione 2019/2020 riprenderà da subito con la Coppa Italia, la cui finale è programmata per il giorno 17 giugno. Date e orari delle gare saranno resi noti dalla Lega Serie A nei prossimi giorni".


In attesa delle gare ufficiali, i club di A hanno ripreso gli allenamenti di gruppo, la cui validità è sempre al centro delle discussioni. Come riporta l'Ansa, continuano infatti le verifiche del pool ispettivo della Procura Federale costituito per la verifica del rispetto dei protocolli sanitari presso i centri sportivi delle squadre di Serie A: ieri è stata la volta di Lecce, Milan e Roma, dopo che nella scorsa settimana era toccato a Fiorentina, Lazio e Napoli.


"Nel corso delle visite, la Procura verifica il rispetto dei protocolli sanitari e lo stato dei centri di allenamento, oltre ad acquisire documentazione relativa ai tamponi ed ai test sierologici che devono essere eseguiti con scadenze temporali dettagliate" spiega l'agenzia di stampa.


Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A!