Procuratore Antimafia Lo Voi: c'è voglia utilitaristica di mafia

Dmo

Roma, 18 lug. (askanews) - Secondo Francesco Lo Voi, capo della Procura antimafia di Palermo "c'è una voglia di mafia, e non solo a Palermo", una voglia "che è di natura utilitaristica", ha detto in un'intervista al Sole 24 Ore dopo la maxioperazione tra New York e Palermo.

"Cosa nostra investe dove ci sono soldi: un tempo nei terreni, nell'edilizia oggi nell'energia e nei rifiuti. Negli ultimi anni anche in piccole cose: magari non si tratta di grandi affari ma permettono di incassare cifre utili per i bisogni delle varie famiglie", spiega il capo della Procura antimafia.

"Abbiamo visto che le famiglie mafiose continuano a operare grazie a prestanome nei settori della ristorazione e nell'ambito dei giochi online che servono sia per continuare a fare denaro sia per riciclare". Mentre il denaro accumulato grazie al narcotraffico, 130 miliardi di lire, "probabilmente non saranno mai trovati. Il ragionamento fatto da Di Lello ha un suo fondamento perché quel denaro è stato riciclato, reinvestito, si è mosso in mille direzioni".

"E tutto ciò rende più difficili anche le indagini attuali. Poi noi scopriamo continuamente colletti bianchi che si mettono a disposizione dei mafiosi per nascondere il denaro".