Prodi: addolorato per morte Chirac, lavorò per rapporti con Italia

Rea

Roma, 26 set. (askanews) - "Sono profondamente addolorato per la scomparsa di Jacques Chirac. Noi, che in teoria eravamo così diversi, nella pratica invece non siamo mai stati tanto d'accordo come al tempo delle missioni internazionali in Albania e in Libano e quando insieme abbiamo lavorato perché i rapporti tra Italia e Francia fossero sempre più stretti e proficui". Lo scrive in una nota Romano Prodi, che ricorda un episodio particolare: "Non dimentico quando, in una delle fasi più difficili della formazione dell'Euro, rivolgendosi ad un giornalista scettico sulle possibilità di entrata dell'Italia nella moneta unica, a margine del vertice di Chambery, disse: 'Non c'è Europa senza l'Italia - Monsieur, il n'y a pas d'Europe sans l'Italie'. Negli ultimi anni le condizioni di salute hanno impedito di continuare i nostri rapporti amichevoli che si erano però prolungati anche dopo la nostra uscita dalla politica. Mi unisco al cordoglio della famiglia".