Prodotto in vendita nei supermercati a rischio: di quale si tratta

·1 minuto per la lettura
Salsiccia ritirata dal mercato per rischio Salmonella
Salsiccia ritirata dal mercato per rischio Salmonella

Il Ministero della Salute ha annunciato il ritiro di diverse salsicce del Salumificio Coletti Pierino & C. Snc a causa di un rischio imminente di carattere microbiologico. La data di pubblicazione dell’allerta è del 22 marzo 2021, gli avvisi di richiamo con i controlli hanno come data il 19 marzo 2021. L’accaduto sarebbe stato scoperto in seguito ad alcuni controlli.

Salsicce ritirate per la Salmonella

I prodotti interessati dal richiamo sono salsicce sfuse, mignon sfuse, piccanti sfuse e pastin. Gli alimenti provengono dall’azienda che ha sede a Forgiara nel Friuli, in provincia di Udine. Il marchio d’identificazione dello stabilimento produttore delle salsicce ritirate per salmonella è CE IT9175L. Il lotto di produzione è il numero 21072.

I motivi

Il motivo del richiamo riguarda il rischio microbiologico, ovvero la presenza di Salmonella in una unità campionaria su cinque. I consumatori in possesso del lotto sono invitati a non mangiare il prodotto e riportarlo presso il punto vendita dove è stato acquistato.

Non è l’unico caso

Una confezione di kebab di pollo, venduto dal marchio Conad, è stata ritirata dal mercato per la possibile presenza di plastica. Si tratterebbe nello specifico del materiale utilizzato per impacchettare. Purtroppo capitano questi problemi durante il confezionamento dei prodotti, ma è bene per i clienti fare molta attenzione quando alcuni di essi vengono tolti dalla vendita.

Lo stracchino Colli di San Fermo è stato ritirato dal mercato per la “presenza di Listeria monocytogenes”. Gli esperti, anche in questo caso, consigliano di non consumare il prodotto e di riportarlo presso il punto vendita.