Produttività, Uil firma intesa ma chiede detassazione strutturale

Roma, 19 nov. (LaPresse) - La segreteria nazionale della Uil, al termine della valutazione sul documento sulla produttività, ha confermato il proprio parere favorevole all'intesa. E' quanto si legge in una nota del sindacato, che sottolinea che "la portata" dell'accordo "dipende dalla decisione del Governo di rendere strutturale la detassazione dei premi di produttività applicando un'imposta, sostitutiva dell'Irpef e delle addizionali, al 10% sui redditi da lavoro dipendente fino a 40 mila euro lordi annui". La Uil ha deciso di firmare l'intesa, ma avverte il Governo che "solo a questa condizione l'accordo avrà un senso e sarà in grado di contribuire all'avvio della crescita della produttività e della competitività in Italia". "Si sollecita pertanto il Governo - prosegue il comunicato sindacale - a procedere coerentemente e ad attuare i provvedimenti conseguenti. Tali provvedimenti sono considerati dalla segreteria nazionale della Uil indispensabili a rendere esigibile l'accordo stesso". La segreteria nazionale della Uil ha inviato alle parti interessate la lettera con cui conferma il proprio parere favorevole all'intesa.

Ricerca

Le notizie del giorno