Prof. Rocca: 'inchiesta mi travolse come un tir, oggi la considero pagina chiusa'

·2 minuto per la lettura

"Sono tranquillissimo, oggi inizia un percorso per chi dovrà affrontare il processo. La cosa non mi riguarda ma lo seguirò come molti, d'altronde la vicenda mi ha toccato parecchio ma la considero una pagina chiusa, con tutte le ferite che mi ha causato". A parlare all'Adnkronos è Lorenzo Rocca, ex professore dell'Università per Stranieri di Perugia che, finito nell'inchiesta dell'esame farsa di italiano al calciatore Suarez con l’accusa di falso e rivelazione, ne è di fatto uscito patteggiando un anno con pena sospesa. Il suo nome compare nel capo di imputazione per via del concorso, ma di fatto - come lui stesso precisa - ne è fuori.

"Mi auguro che l'inchiesta non abbia compromesso del tutto la mia carriera - continua il docente esaminatore - Adesso sto provando a ricollocarmi, ci vorrà tempo per ricostruire ma sto trovando persone in gamba che stanno credendo in me e che sicuramente devo ringraziare. Ho trovato sin dall'inizio tantissima solidarietà, anche fattiva, non solo a parole. Da quella sono partito e piano piano sto provando a ricreare i presupposti per ricominciare". Dall'Università per Stranieri di Perugia? "Al momento direi di no - risponde Rocca - anche se nella vita non si può mai dire, ma più no che sì. Non sono comunque rimasto con le mani in mano, sto lavorando e a breve spero di poter dare comunicazione in tal senso, magari nei dettagli".

"Ho passato mesi veramente brutti, certo, ho pensato di non farcela, non ho dormito la notte, in preda a un'angoscia interiore. E' stato come se mi avesse investito un tir - ricorda - credo di essermi assunto le mie responsabilità, anche se ci sono lati della vicenda che ancora non mi sono chiari. E' stato traumatico a livello mediatico, della mia famiglia, ci abbiamo tutti sofferto tanto, secondo me oltremodo. Evidentemente le cose dovevano andare così, sono fatalista e cerco sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno. Anche se tra settembre e dicembre non è stato facile vedere altro che il vuoto, col il 2021 le cose stanno girando e il pieno sta aumentando. Non solo per me, a livello di salute e dignità, ma anche per la mia famiglia".

(di Silvia Mancinelli)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli