Professioni: Calderone, 'consulenti del lavoro a servizio Paese'

webinfo@adnkronos.com

"Il nostro essere professionisti di riferimento del mercato del lavoro non è solo una scelta di campo al servizio di imprese e lavoratori, ma a servizio dell'intero Paese. Dal 1979 ad oggi, infatti, tanta strada è stata fatta, tante conquiste siamo riusciti ad ottenere, soprattutto in termini di competenze". Così la presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine dei consulenti del lavoro, Marina Calderone, nel video messaggio di fine anno alla categoria, pubblicato sulla web tv consulenti del lavoro, ripercorre quanto fatto nel 2019 e guarda alle azioni dei professionisti per il nuovo anno.  

Calderone ha sottolineato che il "2019 è stato un anno importante per il paese e per la categoria che ha celebrato i 40 anni della legge n. 12/79 istitutiva dell’Ordine". "Un anniversario che non ha rappresentato solo un momento celebrativo, ma anche di riflessione sul passato, il futuro e le nuove sfide da intraprendere", ha detto.  

Calderone ha ripercorso i cambiamenti politici e normativi e le competenze acquisite dalla categoria in quest’ultimo anno, tra cui la possibilità di essere annoverati tra i professionisti che potranno gestire la crisi d’impresa. "Parlare oggi di consulenti del lavoro -ha sottolineato Calderone- significa guardare al futuro, a una professione dinamica che ha saputo vivere i tempi e adattarsi a quelle che sono le sfide della società e soprattutto costruire una strada, un sentiero su cui mettere insieme tante competenze diverse".