Professioni: l’esperto contabile si presenta ai ragazzi

Professioni: l’esperto contabile si presenta ai ragazzi

Milano, 11 ott. (askanews) – Un tour per l’Italia per spiegare ai giovani come diventare “esperto contabile” e come intraprendere da subito una carriera professionale ancora poco conosciuta. E’ l’impegno che la Cassa ragionieri – Cnpr – ha confermato per il secondo anno consecutivo partecipando alle tappe del Salone dello studente, la manifestazione di orientamento alla scelta degli studi e al lavoro dedicati ai giovani delle scuole superiori. A Torino la prima tappa del lungo tour che vede impegnati i rappresentati della Cassa ragionieri. “Innanzitutto l’esperto contabile ha un approccio molto molto rapido al mondo del lavoro – spiega Andrea Benetti, esperto contabile e delegato per la Cassa nazionale ragionieri – Basti pensare che il percorso formativo prevede appunto una laurea triennale, e 18 mese di praticantato sei dei quali possono essere svolti durante il percorso di studi. Quindi in tutto si riducono di fatto a quattro anni, tra università e tirocinio professionale, a seguito dei quali il professionista può superare l’esame di Stato e iniziare lavoro. E’ quindi una particolarità della figura dell’esperto contabile quella di avere un approccio molto molto rapido al mondo del lavoro”.

I ragazzi che si fermano allo stand degli esperti contabili o partecipano alle sessioni di approfondimento si mostrano interessati e motivata, segno dell’efficacia dell’iniziativa. “No, non la conoscevo. In realtà ho fatto il liceo scientifico, ma ho sentito parlare di questa professione e mi sono interessata”, dice una studentessa. “Mi attira scoprire i segreti delle aziende cercare di risolvere i loro problemi”, le fa eco un’altra ragazza.

Tra le domande che gli studenti pongono, una particolarmente insistente è quella sulle opportunità economiche che la professione può garantire; insomma: quanto si guadagna. “Quanto un professionista guadagna dipende da moltissimi fattori – risponde Benetti – Noi della Cassa nazionale previdenza possiamo dire che i nostri iscritti, monitorati sul periodo di anni d’iscrizione che va dai 5 ai 10 anni, hanno dei redditi in costante crescita. Quindi, sì assolutamente: la professione è interessante”.

Ma al di là delle diplomazie necessarie, su questo punto i ragazzi, oltre che pieni di aspettative, si presentano ben determinati. “Se si fa un lavoro bello e decente si guadagna molto” sottolinea una studentessa.

Vedere un ente che eroga pensioni partecipare ad una manifestazione rivolta a giovanissimi è senza dubbio una particolarità, che però ben mette in evidenza l’impegno della Cassa ragionieri a promuovere e consolidare l’allargamento della platea degli iscritti. “Noi come Cassa – commenta Fedele Santomauro, consigliere di amministrazione Cnpr – ci impegniamo in questo tour affinchè i ragazzi possano avvicinarsi a questa nuova professione che è molto veloce a li porta subito ad entrare nel mondo del lavoro: nel giro di 4-5 anni massimo i ragazzi appunto sono già nel mondo del lavoro come professionisti”.