Professore universitario ucciso a Tarquinia: fermato un uomo

·1 minuto per la lettura

Dario Angeletti, foto Facebook - Università degli Studi della Tuscia - Viterbo
Dario Angeletti, foto Facebook - Università degli Studi della Tuscia - Viterbo

Una persona è stata fermata in relazione all'omicidio di Dario Angeletti, il professore universitario trovato morto nella sua auto martedì, in un parcheggio vicino alle Saline di Tarquinia.

L'uomo, sospettato del delitto, è stato trasferito all'ospedale Belcolle di Viterbo, in quanto colto da malore dopo il fermo. 

LEGGI ANCHE: Il giallo del professore universitario ucciso con un colpo alla testa a Tarquinia

Sul caso indagano i carabinieri del Comando provinciale di Viterbo e i militari di Tarquinia. Decisive per le indagini i video di alcune telecamere che da lontano inquadrano il parcheggio dove Angeletti è stato trovato morto, ucciso con un colpo di pistola alla testa. 

I carabinieri da subito si sono concentrati sulla sfera delle conoscenze del professore, biologo marino e professore dell'università della Tuscia. 

In giornata dovrebbe essere effettuata l'autopsia sul cadavere di Angeletti, che era dottore di ricerca in ecologia, e professore associato in Ecologia presso il Dipartimento di Scienze Ecologiche e Biologiche dell'Università degli Studi della Tuscia.

GUARDA ANCHE: Prof decapitato: la bugia della ragazza che ha innescato la spirale d'odio

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli