Profondamente rinnovata la hypernaked Aprilia Tuono V4

Redazione
·3 minuto per la lettura

Per efficacia e feeling nella guida sportiva su strada cosi' come in quella al limite in pista, Aprilia Tuono V4 e' il riferimento della categoria Hypernaked

Ora raggiunge livelli di prestazioni e sofisticazione mai viste, grazie al know-how della casa di Noale acquisito in anni di competizioni ai massimi livelli e grazie all'esperienza di chi la categoria Hypernaked l'ha semplicemente inventata, partendo da una superbike e creando una moto tra le piu' adrenaliniche di ogni epoca, divertentissima su strada e imbattibile in pista. Tuono V4, disponibile nelle colorazioni Tarmac Grey e Glacier White, adotta le caratteristiche di una moto sportiva stradale che guarda anche alle percorrenze piu' lunghe. E' nuovo e maggiore il comfort concesso dal manubrio rialzato e dal cupolino piu' protettivo. Il passeggero non e' piu' un ospite appena tollerato e si avvantaggia di una porzione di sella ampia e confortevole e di pedane piu' basse. Pensa a nuovi orizzonti da raggiungere velocemente e cosi' tra gli accessori e' disponibile la coppia di motovaligie asimmetriche dedicate.

Tuono V4 Factory, nella colorazione Aprilia Black, si conferma nella sua natura di macchina produttrice di adrenalina, sensazioni forti e divertimento puro. E' dedicata a un pubblico estremamente esigente e vanta una componentistica esclusiva che prevede di serie il sistema di sospensioni semiattive Öhlins Smart EC 2.0. Lo stile delle Tuono V4 e' completamente nuovo e ispirato a quello introdotto da RS 660, dalla quale eredita il concetto innovativo della doppia carenatura con funzione di appendice aerodinamica.

Come nella tradizione del modello, il design e' caratterizzato da superfici ridotte e dal tipico cupolino che presenta il nuovo gruppo ottico triplo a LED dotato di luci diurne DRL con funzione "bending lights". Essendo Tuono V4 strettamente derivata da RSV4, anch'essa beneficia della nuova ricercata ergonomia della superbike Aprilia che regala piu' spazio e consente un miglior inserimento del pilota a bordo, grazie alle nuove forme di serbatoio e codino. I comandi elettrici sono piu' funzionali e intuitivi, e' nuova la strumentazione TFT a colori piu' grande e completa. Grazie alle piu' potenti capacita' di calcolo della nuova centralina Marelli 11MP e della nuova piattaforma inerziale a sei assi, migliora la gestione elettronica comandata dall'acceleratore full Ride-by-Wire e si affinano le logiche di funzionamento dell'APRC.

L'esclusiva suite di controlli elettronici di Aprilia, da sempre al vertice mondiale per efficacia e sofisticazione tecnica, si arricchisce ancora con l'introduzione del controllo del freno motore regolabile. Sono ora presenti sei Riding Mode, tre per la pista (di cui due personalizzabili) e tre per la strada (di cui uno personalizzabile): al pilota e' richiesto soltanto di scegliere il Riding Mode che interpreta meglio le sue esigenze per ottenere automaticamente la migliore messa a punto di Traction Control, Wheelie Control, freno motore, ABS e degli altri parametri gestiti. La ciclistica, gia' riconosciuta quale riferimento per efficacia e feeling, si evolve decisamente grazie all'arrivo di un nuovo e piu' leggero forcellone in alluminio con capriata di rinforzo inferiore. Il nuovo forcellone adotta cosi' una geometria gia' vista sulle Aprilia dominatrici nel Mondiale SBK, e poi sviluppata in chiave MotoGP. Il nuovo componente e' progettato per abbassare le masse e aumentare la stabilita' del retrotreno in accelerazione.

Tuono V4 rimane la sola naked spinta da un quattro cilindri a V di 65° dalle caratteristiche uniche. Il V4 veneto di 1.077 cc rimane invariato nelle prestazioni gia' eccellenti. I suoi 175 CV e 121 Nm gli consentono il dominio della categoria Hypernaked, anche a fronte di concorrenti piu' dotate a livello di potenza pura, grazie allo straordinario equilibrio che l'esuberante V4 ha saputo costruire con una ciclistica e un pacchetto elettronico perfettamente accordati come nessun altro mezzo di questa categoria. Anche con l'omologazione Euro 5 e un nuovo impianto di scarico, sono confermati il sound e il carattere del V4, molto amati dal pubblico e dalla critica.

(ITALPRESS).

tvi/com