Progetto Erasmus ‘Cartoons’, un’Europa animata da inventiva studenti

·4 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 apr. (askanews) - Un lungometraggio animato per raccontare con le idee e la fantasia degli studenti di 5 scuole di altrettanti differenti paesi del Vecchio continente (Norvegia, Portogallo, Francia, Turchia, Italia) cosa significa essere oggi cittadini dell'Europa. E soprattutto per coinvolgere con i messaggi vivaci e colorati delle animazioni multimediali generazioni diverse nella costruzione di un'unione politica che vada al di là dei confini geografici.

Questo, in sintesi, l'obiettivo del progetto 'Cartoons', ideato da un team di cinque scuole europee di Norvegia, Portogallo, Francia, Turchia, Italia e sostenuto da Bruxelles nell'ambito delle iniziative del programma Erasmus Plus. A rappresentare l'Italia in questo inedito format progettuale che unisce competenze artistiche, narrative e informatiche (i cartoni sono realizzati con appositi software per l'animazione digitale) è l'Istituto di istruzione superiore 'Edoardo Amaldi' di Roma, liceo scientifico, classico e linguistico di Torbellamonaca che, con i suoi circa 2.000 studenti, è il più grande della capitale.

La teoria lascia spazio in questo caso all'estro e alla voglia di disegnare, e non è una metafora, una nuova Europa che trovi vita e concretezza nelle immagini trasposte su PC e quindi su video dal gruppo internazionale di studenti che partecipano a 'Cartoons'.

Il progetto è partito nel 2021 e vede come capofila l'istituto norvegese 'Kateedralskole' di Bergen, al quale si affiancano l'MTSO Anatolian High School di Icel (Turchia), il Lycee Professionnel 'René Couzinet' di Challans (Francia), l'Agrupamento de Escolas de Pinheiro di Penafiel (Portogallo) e naturalmente l'I.I.S. 'Edoardo Amaldi'.

"La nostra scuola può vantare una lunga e consolidata tradizione nella progettazione Erasmus, tanto che in passato abbiamo più volte partecipato a iniziative transnazionali che hanno portato i nostri studenti a confrontarsi con i loro omologhi di altri paesi europei, anche con esperienze dirette in istituti esteri - afferma la dirigente del liceo Amaldi, professoressa Maria Rosaria Autiero -. Esperienze di questo genere hanno senza dubbio arricchito, e arricchiscono ancora oggi, la coscienza europea dei nostri giovani, che poi saranno i cittadini di domani. E credo che grazie a queste competenze di cittadinanza globale, come appunto quelle che i nostri studenti matureranno con Cartoons, possano essere affrontate al meglio le sfide legate alla costruzione di una Europa che sia finalmente una unione di stati coesa".

Ad inaugurare le varie attività del progetto, molte delle quali si sono tenute e si terranno online sia per l'ovvia distanza, sia per motivi legati al Covid, è stato il corso di formazione tenutosi a marzo scorso all'Amaldi per strutturare i lavori di ideazione del cartone che dovrebbe iniziare a prendere corpo dopo l'estate.

"È stata un'esperienza gratificante e incoraggiante, un confronto diretto e non mediato dallo schermo di un computer che ha permesso di far dialogare dal vivo, per la prima volta, i docenti delle cinque scuole di Norvegia, Portogallo, Francia, Turchia, Italia - spiega la professoressa Maria Peluso, docente coordinatrice del progetto per l'Italia ed esperta di progettazione Erasmus -. Abbiamo potuto verificare durante i tre giorni di corso di formazione che abbiamo organizzato qui all'Amaldi come la voglia di fare e creare un'Europa al di là dei confini nazionali sia forte e viva nei nostri colleghi, e riteniamo che lo sia altrettanto per i loro studenti. Adesso abbiamo davanti a noi nuovi impegni e nuovi scambi, come le tappe di incontro e confronto in Portogallo e quindi in Turchia, per poi procedere alla stesura dello storytelling e contestualmente delle parti animate. Il progetto 'Cartoons' durerà in totale 24 mesi, e al termine di questa iniziativa ci attendiamo un prodotto visivo che possa parlare di Europa a generazioni diverse e cittadini di differenti paesi europei".

A guidare il team di studenti italiani che si cimenteranno nel disegno a mano libera su tavolette grafiche sarà il professor Fabio Notarantonio, docente di arte del liceo Amaldi.

"Ai nostri ragazzi non manca né la fantasia né la voglia di sperimentare per comunicare attraverso le immagini e le animazioni la loro idea di Europa e di cittadinanza europea - afferma il professor Notarantonio -. Grazie alle nuove tecnologie e ai software di animazione digitale potremo quindi realizzare un lungometraggio che potrà essere visto da tutti, studenti e non, sul web. Un modo semplice ed efficace per superare le distanze geografiche e condividere concretamente un messaggio su cosa significhi essere oggi nell'Unione europea, semplicemente ricorrendo a una delle forme artistiche oggi più immediatamente comprensibili, a prescindere dalla lingua parlata: quella dei cartoni che diventano anima e corpo del pensiero delle nuove generazioni di cittadini europei".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli