Propaganda Live, Rula Jebreal dice no: cosa è successo

·1 minuto per la lettura

Rula Jebreal si sfila dagli ospiti di 'Propaganda Live' dopo aver appreso su Twitter di essere l'unica donna invitata. La giornalista era stata invitata per la puntata del 14 maggio a parlare dell'escalation nel conflitto israelo-palestinese. Ma poi ha letto questo tweet partito dall'account della trasmissione: "Questa sera torna Propaganda Live. Saranno con noi Rula Jebreal, Michele Serra, Elio, Caparezza, Colapesce e Dimartino, Valerio Aprea, Fabio Celenza, Claudio Morici, Memo Remigi e il maestro Enrico Melozzi per ricordare Ezio Bosso. Ci vediamo alle 21,15 su La7". E ha commentato, come notato subito da Blogo, direttamente su Twitter: "7 ospiti... solo una donna. Come mai?? Con rammarico devo declinare l'invito, come scelta professionale non partecipo a nessun evento che non implementa la parità e l'inclusione".

"Mi sembra solo un grande equivoco - commenta con l'Adnkronos il direttore di La7, Andrea Salerno - dovuto a un tweet che all'occhio di un persona che non conosce il nostro programma può essere stato fuorviante. Spero che l'equivoco rientri prima della diretta di questa sera perché ci tenevamo a parlare con lei del conflitto arabo-israeliano", ha aggiunto Salerno. Nel frattempo, un nuovo tweet dall'account del programma sottolinea che il parterre prevede come sempre anche altre presenze femminili: "Saranno con noi, come ogni settimana, anche Constanze Reuscher, Francesca Schianchi, Marco Damilano e Paolo Celata".

Da Jebreal, però, non arrivano segnali relativi ad un ripensamento: "Le mie parole al festival di Sanremo e il mio impegno per la parità e l’inclusione sono principi morali che guidano la mia vita. Non sono solo parole, sono scelte! La sottorappresentazione femminile nei media italiani è parte centrale del problema", si legge in un altro tweet.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli