Proposta di legge Carè (Pd): assegno sociale a italiani estero -4-

Pol

Roma, 16 ago. (askanews) - "In un momento storico in cui si evidenzia una preoccupante stagnazione e un rallentamento dell'economia di molti Paesi, con la presente proposta di legge - dice Carè - si vuole sostenere quei cittadini sui quali potrebbe ulteriormente gravare tale situazione".

"Per avere accesso, dunque, ai benefìci previsti dalla legge n. 335 del 1995, si prevede che l'assegno sociale sia corrisposto sulla base dei seguenti requisiti: possesso della cittadinanza italiana ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n. 91; residenza all'estero; iscrizione all'AIRE; l'avere compiuto sessantasette anni di età ovvero essere totalmente e permanentemente inabili al lavoro; avere un valore dell'indicatore della situazione economica equivalente, di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159, inferiore a 9.360 euro; non percepire, nel Paese in cui si è residenti, altra prestazione assistenziale", spiega.