Proposta Lega: 23 maggio giornata in ricordo vittime del dovere

Bac

Roma, 29 ott. (askanews) - Parificare il trattamento economico delle vittime del dovere con le vittime di mafia e terrorismo e istituire una giornata - quella del 23 maggio - in ricordo dei caduti in servizio. Lo prevede una proposta di legge della Lega, a prima firma Gianni Tonelli, presentata oggi a Montecitorio, nel corso di una conferenza stampa.

"Il nostro obiettivo - spiega il capogruppo, Riccardo Molinari - è dare dignità alle vittime in servizio, le vittime del dovere e istituire una giornata ad hoc e adeguamenti legislativi che equiparino il trattamento per le vittime del dovere con le vittime del terrorismo".

Come data per celebrare questa giornata, spiega ancora, "abbiamo scelto quella della strage di Capaci, per il forte valore simbolico e perché è molto radicata nella coscienza degli italiani". "Ci auguriamo - aggiunge - che di questa legge se ne possa parlare il prima possibile e che ci possa essere convergenza anche da parte dei gruppi dell'attuale maggioranza".

Tonelli, ex sindacalista del Sap, sottolinea che "c'è un problema di dignità, ma anche un altro più importante" perché "ricordare le vittime significa anche capitalizzare, non vorrei sembrare cinico, questo sacrificio, mentre dimenticarlo significa mandarlo alle ortiche. Se lo Stato non ha rispetto per chi ha sacrificato la sua vita allora è uno Stato non degno di questo sacrificio".

L'ex ministro Erica Stefani, che ha presentato una identica proposta di legge al Senato, spiega che l'obiettivo del ddl è quello di "cercare di dare chiarezza a una normativa che nel frattempo si è sovrapposta": "L'equiparazione è un'esigenza di civiltà e il ddl è volto anche a superare problematiche di tipo interpretativo".

"Questa proposta di legge - osserva l'ex sottosegretario all'Interno, Nicola Molteni - si infila in un percorso che come Lega abbiamo fatto per mettere al centro la figura della vittima, spesso dimenticata dalla politica".